Con l'auto di servizio al bar e a fare shopping, nei guai due veterinari dell'azienda sanitaria

Martedì 21 Gennaio 2020 di Marco Corazza
I due dirigenti al bar
1

GORIZIA - Shopping e pranzi a casa dei genitori, sempre con l'auto di servizio durante il normale orario di lavoro: nei guai due dirigenti dell'azienda sanitaria Bassa Friulana - Isontina. I militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Gorizia, coordinati dai sostituti procuratori Collini e Ancora della Procura della Repubblica Isontina, hanno completato una complessa e articolata indagine sull'assenteismo dal lavoro che ha visto coinvolti due dirigenti veterinari in servizio presso il dipartimento di prevenzione dell’ASS/2 Bassa Friulana - Isontina.

LEGGI ANCHE Sospesa impiegata assenteista della Asl

Attraverso indagini tecniche e pedinamenti, ma anche con la documentazione relativa alle attività di servizio svolte dai due veterinari, i finanzieri hanno accertato come la coppia si allontanava quasi quotidianamente dal servizio a bordo delle Fiat Panda che erano state a loro assegnate dall’Azienda Sanitaria, non per impegni di lavoro ma per andare al bar, al ristorante, a pranzo dai genitori, presso aziende vitivinicole e a fare shopping. In numerosi casi, poi, il tempo dedicato alle attività extra lavorative veniva compensato con una falsa tempistica degli interventi riportata nei verbali che avevano scritto.

 È emerso anche che, in alcuni casi, i due Dirigenti hanno attestato falsamente di aver svolto attività “programmata fuori orario - retribuita”, nell’ambito del piano di vaccinazione “Blue Tongue 2018”, eseguendola in realtà durante il normale orario di servizio, percependo così indebitamente le relative indennità orarie. Ai due, il Giudice per le indagini preliminari ha applicato la misura interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio o servizio. Le indagini hanno però fatto emergere come i due dipendenti dell'azienda sanitaria siano un'eccezione all’interno del Servizio Veterinario, tanto che gli altri dipendenti svolgono con assoluta regolarità e dedizione i compiti assegnati.

Ultimo aggiornamento: 12:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA