Riempie di botte la ex, poi si scaglia contro i carabinieri: arrestato

PER APPROFONDIRE: arresto, convivente, lesioni, udine, violenza
Riempie di botte la ex, poi si scaglia  contro i carabinieri: arrestato

di Paola Treppo

UDINE - Un amore malato e una relazione instabile che lascia i segni nell’anima e soprattutto sulla pelle, i lividi delle sberle e dei pugni dati da quelle mani che dovrebbero regalare solo carezze: questa è la scena che si trovano di fronte i carabinieri del Norm, ieri sera, domenica 28 gennaio, in un appartamento nella periferia di Udine.

Da una parte c’è lei, una donna di 43 anni esasperata dalle continue promesse del suo ex convivente che vorrebbe tornare a vivere con lei ma che, non appena sono insieme, basta un nonnulla per scatenare la sua ira violenta.

Al loro arrivo, i carabinieri vedono sul viso della donna i segni che l’uomo giustifica come conseguenza di una discussione animata. I militari cercano di capire cosa sia successo e iniziano a fare delle domande. Tutte quelle attenzioni rivolte alla donna e forse qualche parola pronunciata da lei scatenano nuovamente la furia dell’uomo, che si scaglia contro la sua "amata".

I carabinieri allora si frappongono immediatamente fra i due; fanno da scudo alla donna che, da sola, non potrebbe assolutamente difendersi. Lo bloccano a fatica, qualcuno di loro rimane anche contuso e dolorante. L’uomo violento, un italiano pregiudicato di 41 anni, viene arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Per la donna indifesa è la fine di un incubo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 29 Gennaio 2018, 15:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Riempie di botte la ex, poi si scaglia contro i carabinieri: arrestato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-01-30 05:53:18
Se lo avessero bloccato com metodi convincenti, apriti cielo.Sospetto che gli Agenti e i Cartabinieri, per non finire sotto inchiesta , siano praticamente invogliati a preferire qualche calcio negli stinchi..propri . Poi la resistenza a pubblico uffuìiciale diventa aggravante in sede di porcesso quando si terra', mentre il dolore si avverte immediatamente.
2018-01-29 17:54:45
OK ma bisogna chiuderlo a doppia mandata in modo che non possa nuocere ancora. In caso contrario fara' un bis. Il nostro codice penale e' di pasta frolla. Tutto merito del PD e di Farsa Italia che si apprestno a governare insieme. Se il responso della corte di giustizia europeo dara' una sentenza favorevole, ve la vedete l'Italia governata da un pregiudicato di 82 anni che ha frodato lo stato per milioni?