Vendevano finti rilevatori di gas a 299 euro: denunciati per truffa

Martedì 18 Agosto 2020
foto di repertorio

TRIESTE - Due persone, rispettivamente di 25 e 38 anni, originarie della Lombardia, sono state denunciate dai Carabinieri di Gradisca d'Isonzo, in quanto ritenute responsabili di diverse truffe aggravate ai danni di persone anziane. Secondo una ricostruzione, i due si presentavano agli anziani come collaboratori di una società attiva nella sicurezza domestica e li convincevano ad acquistare un rilevatore di gas, imposto da una sconosciuta direttiva europea. Senza attendere una risposta di assenso, applicavano con un chiodo al muro il dispositivo, facendo sottoscrivere un contratto di acquisto al prezzo di 299 euro.

In realtà, quello che vendevano era un rilevatore di fumo del valore di poche decine di euro. Le indagini sono cominciate a luglio dopo una serie di episodi registrati in un solo pomeriggio a Romans d'Isonzo. Dagli accertamenti è emerso che nel caso l'anziano non avesse contante in casa, l'operatore era dotato anche di un dispositivo pos che permetteva di riscuotere l'importo senza mai rilasciare la ricevuta. I militari dell'Arma sono risaliti ai due, sequestrando loro una trentina di dispositivi antifumo e contante pari a 600 euro, presunto frutto di due precedenti truffe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA