Trieste. In aula con bermuda e infradito, il giudice: «Vada a cambiarsi»

PER APPROFONDIRE: bermuda, decoro, giudice, infradito, tribunale, trieste
Trieste. In aula con bermuda e infradito, il giudice: «Vada a cambiarsi»

di E.B.

TRIESTE - Si è presentato in aula con un bermuda e infradito. Il giudice lo ha invitato ad uscire dall'aula e a ripresentarsi indossando degli abiti adeguati. È accaduto durante un'udienza di fronte al presidente della Sezione civile del Tribunale di Trieste, Arturo Picciotto. In aula c'erano due coniugi in fase di divorzio con i rispettivi avvocati. Constatato l'abbigliamento poco consono al luogo, il giudice ha chiesto all'uomo di tornare con abiti adeguati.

«Anche se non c'è una casistica specifica su ciò che si può o non si può indossare, è il Codice di procedura ad attribuire al giudice il compito di garantire il rispetto del decoro durante l'udienza pubblica», spiega lo stesso Picciotto secondo quanto riferisce il quotidiano locale. «In quell'udienza di divorzio il marito si è presentato con bermuda e calzature infradito. Ho parlato con gli avvocati e mi sono lamentato del fatto che non avessero dato indicazioni di vestirsi in modo adeguato. Mi hanno assicurato di averlo fatto, ma la raccomandazione non era stata recepita. L'ho quindi invitato a tornare vestito in modo adeguato», aggiunge il magistrato. Il messaggio, prosegue il giudice, «è stato recepito di buon grado. Si è presentato infatti un'ora dopo vestito in modo più rispettoso, e così abbiamo potuto procedere con l'udienza». L'apparenza, conclude, «è sostanza. È un modo per riconoscere il valore dell'istituzione e l'importanza della funzione che stiamo svolgendo nel nome del popolo italiano». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 23 Luglio 2019, 11:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Trieste. In aula con bermuda e infradito, il giudice: «Vada a cambiarsi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 32 commenti presenti
2019-07-25 14:22:24
puo' scegliere fra "pigiama a righe" "tuta arancione" o "berrettino verde maglione rosso e calzoni blu" in style Banda-Bassotti
2019-07-24 11:34:21
Che notizia! Ma chi l'ha riportata ha dovuto anche superare un esame e iscriversi all'ordine?
2019-07-24 09:05:06
L'apparenza e' sostanza, dice il giudice. Così se "appari" colpevole o innocente, ma non lo possono provare ti condannano o assolvono lo stesso! In che menti sublimi siamo finiti! Facevano prima a stabilite un codice di abbigliamento che lasciare al libero arbitrio e alla libera interpretazione. La maglietta nera senza cravatta e con giacca e' considerata consona? E i calzoni alla caviglia a strisce verticali bianche e nere? O il top di piume di struzzo sintetiche? Eppure alle sfilate di alta moda maschile si vedono...
2019-07-24 07:27:13
Rispetto chiama rispetto, dicevano i saggi. Ma i militari ti insegnano che NON si rispetta la persona (in quanto tale) ma il grado e l'istituzione. Certo quando poi senti che il massimo organo di controllo della magistratura si comporterebbe come le cronache raccontano, altro che bermuda ...
2019-07-24 01:07:10
Ovvio. Un prete in divisa mica puo' entrare in un bordello.