Spariti farmaci per 300mila euro all'ospedale Maggiore di Trieste

PER APPROFONDIRE: farmaci, furto, trieste
furto di farmaci in ospedale a Trieste

di Marco Corazza

TRIESTE - Furto ai danni dell'Azienda Sanitaria Universitaria integrata di Trieste: spariti farmaci per 300 mila euro. E' stata la stessa azienda ad informare questa mattina la scoperta del colpo commesso nella farmacia dell’Ospedale Maggiore, per un valore di circa 300 mila euro.

E’ in corso l’identificazione della tipologia di farmaci antiblastici sottratti per effettuare i necessari approvvigionamenti per garantire la normale erogazione delle terapie, evitando così qualunque interruzione del servizio. "Sono state adottate tutte le misure necessarie per assicurare la continuità delle cure - fanno sapere dall'ospedale -  A seguito del precedente furto, ASUITs ha rinforzato la porta di ingresso e attivato 20 telecamere nella struttura". In aggiunta a queste misure, sarà da subito in servizio una guardia giurata in attesa che si concluda l’installazione del sistema antifurto già presente in molte sedi di ASUITs. Sul clamoroso furto stanno indagando le forze dell’ordine che sperano di rintracciare la banda di ladri. Già qualche settimana fa erano sparito un ecodoppler con sonde del valore di 40 mila euro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 26 Giugno 2019, 13:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spariti farmaci per 300mila euro all'ospedale Maggiore di Trieste
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-06-26 16:29:44
In ospedale secondario...in bagno....cartelli diminaccia antitaccheggio di rotoli di carta igienica , salviette..persino qualcuno con flacone personale svuota il liquido detergente. Comunque starei attento al personale low cost a tempo determinato... che pian piano prende confidenza con le procedure e rrova la falla, chi meno spende straccia la borsa.
2019-06-26 15:57:56
Secondo me son stati i novax. I medici o i farmacisti o gli infermieri no mai.
2019-06-26 14:53:06
Caro coppertone ho lavorato 42 anni in un opsedale pubblico e le assicuro che entravo alle ore 07.00 e già c era il primo appuntamento , e cosi fino a fine turno. Ho sempre cercato di fare il mio lavoro con scrupolo e coscienza e generalizzare come fa lei offende tutti coloro che praticano con serietà le proprie mansioni.
2019-06-26 16:02:02
Vespaiolo abbia pazienza ma non credo proprio che il parere di copppertone costituisca offesa: gli unici in grado di offendere profondamente quei medici validi, competenti, seri, di quelli che baci dove pestano quando hai fortuna di incontrarli sono solo i loro stessi colleghi. Quella è l'offesa per eccellenza per un medico valido.
2019-06-26 13:32:49
risparmiare sulla sicurezza dà questi risultati