Gruppo di triestini sconfina: il controllo della Polizia diventa un incubo

Gruppo di triestini sconfina: il controllo della Polizia diventa un incubo

di E.B.

TRIESTE - Sostegono di aver sbagliato strada e di essere finiti su un tracciato sterrato tra la Croazia - dove erano stati a cenare in un ristorante di Stridone - e la Slovenia. L'alt della Polizia slovena per un gruppetto di triestini in trasferta si è trasformato in un vero e proprio incubo poco prima della mezzanotte di sabato 6 gennaio. Protagonisti dell'accaduto, 4 amici suddivisil  in due auto: la procedura di controllo da parte dei poliziotti è durata un'ora e mezza nonostante vi fosse anche la presenza di bimbo di nove mesi.

Stando a quanto riferito dal gruppo sottoposto ai controlli - che ha già provveduto a sporgere denuncia con l'assistenza di un legale di Capodistria - uno dei poliziotti avrebbe fatto anche il gesto di prendere in mano la pistola. La situazione è dunque degenarata e la tensione si è fatta altissima. Il gruppo avrebbe spiegato agli agenti che si era trattato di un errore e non della volontà di eludere i controlli al confine, semplicemente non c'era nessun cartello e il navigatore li avrebbe tratti in inganno conducendoli verso una strada a tratti bianca. Piuttosto salate le multe ricevute: 500 euro a testa e una patente ritirata.





 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 9 Gennaio 2018, 15:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gruppo di triestini sconfina: il controllo della Polizia diventa un incubo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2018-01-14 00:47:57
.... a forza di lassismo,pensiamo che gli altri paesi siano come noi.....e ce ne accorgiamo nel portafolio....!
2018-01-10 10:04:41
Io dopo aver annusato molti anni fa che di la tirava una cattiva aria non ci ho più messo piede, vivo lo stesso e bene e non sento la mancanza degli slavi.
2018-01-11 20:50:32
Io ho preso la stessa drastica decisione con l'Alto Adige, al tempo degli attentati... e mai ho cambiato idea ne' me ne sono pentito.
2018-01-10 09:03:54
mah...storia stana..per nove anni ho attraversato Croazia e Slovenia e l'estate passando per strade secondarie per evitare il traffico...certo che mi hanno fermato ma che ricordi non sono mai stato fermo più di mezzora..ma solo i primi periodi dopo visto che attraversavo con cadenza quindicinale non mi hanno più fermato...non credo ce l'abbiano con noi tuttavia ho visto italiani uscire dai beauty free con piu del doppio di sigarette consentito forse per quello siamo piu attenzionati di altri...si sa che non tutti gli italiani sono ligi alle regole ho scritto non tutti ma questo basta per coinvolgere anche chi lo è
2018-01-10 08:39:01
Ma cosa andate a fare oltre confine non vi bastano i tantissimi ciarlatani che abbiamo importato ?