Passeur in manette, si erano fatti pagare 2.500 euro per il viaggio

Giovedì 7 Ottobre 2021 di E.B.
Passeur in manette, si erano fatti pagare 2.500 euro per il viaggio
1

TRIESTE - Quattro passeur sono finiti in manette per favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina di cinque cittadini irregolari di nazionalità turca. La vigilanza privata aveva notato alcuni uomini di carnagione olivastra scendere da un’autovettura che aveva percorso la Grande Viabilità Triestina assieme ad altre tre automobili con targa slovena, per poi allontanarsi a piedi. Immediatamente sul posto è arrivata la Polizia di Stato che ha individuato le automobili in questione e, poco più tardi, nelle vicinanze, i due cittadini extracomunitari di nazionalità turca sprovvisti dei titoli previsti per l’ingresso in Italia. I migranti rintracciati erano stati trasportati assieme ad altri tre clandestini che si erano dati alla fuga prima dell’arrivo degli equipaggi di polizia, a bordo di una delle autovetture fermate mentre le ulteriori tre automobili rintracciate che precedevano e seguivano il veicolo utilizzato per il trasferimento dei migranti, probabilmente avevano il compito di segnalare l’eventuale presenza di pattuglie delle Forze dell’Ordine lungo il percorso. Dagli approfondimenti investigativi svolti è emerso che i migranti, una volta giunti in Slovenia, erano entrati in contatto con i passeurs convenendo, quale prezzo per il viaggio illegale verso l’Italia, la somma di 500 euro ciascuno.  I quattro cittadini sloveni sono stati dunque tratti in arresto in flagrante reato di favoreggiamento aggravato dell’immigrazione clandestina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA