Nuova emergenza sanitaria, al via il piano antiCovid nei Pronto soccorso

Martedì 11 Agosto 2020 di Marco Corazza
L'ospedale di Gorizia
Coronavirus, in Friuli Venezia Giulia ci si prepara in vista di una possibile ripresa del virus. Lo stato di emergenza di sanità pubblica causata dall’epidemia  ha evidenziato la necessità di adeguare una stanza per ciascuno dei Pronto Soccorso degli ospedali di Gorizia e Monfalcone e una stanza per ciascuna Terapia Intensiva degli stessi presidi Ospedalieri, di un impianto, indipendente, di ventilazione (a pressione negativa o positiva) che possa far fronte ad una nuova emergenza sanitaria che imponga il ricovero di pazienti infetti Covid-19. Per quanto riguarda la Terapia Intensiva di Monfalcone non sarà necessario l’intervento ulteriore perché è già prevista la possibilità di ospitare al meglio un posto letto isolato per paziente COVID-19, mentre viene approvato il progetto dedicato al posto letto per la Terapia Intensiva del presidio ospedaliero di Gorizia. «Considerate tempestivamente le criticità dei nostri presidi Ospedalieri, abbiamo ritenuto necessario ricorrere in tempi rapidissimi ai lavori di ristrutturazione per gli ospedali di Gorizia e Monfalcone, proprio per garantire, in un’eventuale riacutizzazione dello stato di emergenza, la possibilità di ricovero per pazienti infetti COVID 19- dichiara il Vice presidente FVG Riccardo Riccardi – L’ emergenza COVID-19 è un evento imprevedibile, soprattutto in termini di impatto e fabbisogno di strutture e  ogni giorno di contrazione nella realizzazione dei lavori rappresenta un indubbio vantaggio alla salute» © RIPRODUZIONE RISERVATA