Migranti, da oggi 50 militari in più per i controlli al confine

Venerdì 18 Settembre 2020
rotta balcanica foto di repertorio

Da oggi un nuovo contingente militare di 50 uomini è stato attribuito alla Questura di Udine per il potenziamento del dispositivo di «Strade Sicure». L'aliquota di rinforzo opererà per il controllo del territorio lungo la fascia confinaria con la Slovenia «con la prevalente funzione di dare un ulteriore impulso all'azione di contrasto all'immigrazione clandestina». Lo rende noto la Prefettura di Trieste.

I militari, provenienti dal Genova Cavalleria IV di Palmanova e inquadrati nel Raggruppamento Veneto - Friuli Venezia Giulia nell'ambito di Strade Sicure, andranno a integrare in particolare le risorse già attive nella giurisdizione del Commissariato di Cividale. «I nuovi rinforzi testimoniano l'attenzione che il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, pone verso questa zona di confine e sui fenomeni che la caratterizzano», ha affermato il Commissario di Governo e Prefetto di Trieste, Valerio Valenti. L'azione di controllo, ha aggiunto, «come convenuto in un recente incontro con i Prefetti di Udine e Pordenone e con i vertici territoriali delle forze di polizia, sarà ulteriormente implementata attraverso dispositivi coordinati a livello interprovinciale e caratterizzati da una elevata duttilità e mobilità per far fronte alle variabili fenomenologiche dell'immigrazione clandestina». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA