Salvini atteso in città: due proteste per dire no a muri e fili spinati

Giovedì 4 Luglio 2019 di E.B.
7
TRIESTE - Un doppio appuntamento per dire «no» a Salvini e alle sue politiche contro i migranti in occasione della visita del vicepremier domani 5 luglio a Trieste. La rete 'Antifascista, Antirazzista e Antisessistà ha organizzato due presidi, il primo dalle 10 alle 12 con il volantinaggio e gli striscioni in piazza Libertà nei pressi della stazione e dalle 17 in piazza della Borsa a pochi passi da piazza Unità dove Salvini - che lascerà la città proprio intorno a quell'ora - firmerà accordi con il governo ungherese e protocolli sulla sicurezza. In piazza della Borsa ci saranno interventi politici ma anche l'esibizione di artisti, poeti e speaker. Alfredo Racovelli, portavoce dell'assemblea, ha attaccato Salvini «sconfitto e ridimensionato nella sua tracotanza con la vicenda della Sea Watch 3. Vogliamo tenere l'attenzione alta anche sulla Libia dove ieri ci sono stati oltre 100 morti uccisi da bombe europee». Davide Zotti, anche lui portavoce della rete, ha invece posto l'accento sul passato «oggi parlano di muri e filo spinato, in una città che ha visto il razzismo e l'odio. Abbiamo avuto la Risiera di San Sabba, in centro, mi chiedo come facciano a venire in questa città ad alimentare l'odio». © RIPRODUZIONE RISERVATA