Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mare e Vìtovska, ritorna il festival dedicato alla regina del Carso

Venerdì 1 Luglio 2022 di E. B.
Il centrosinistra ha vinto? In molti capoluoghi sì, nella grande provincia italiana molto meno

TRIESTE - Giunge al traguardo della 16ma edizione, il festival dedicato alla regina del Carso: la Vìtovska. L'imperdibile evento annuale "Mare e Vìtovska in Morje" - dedicato a tutti i wine lovers ma non solo che si terrà nella cornice del Castello di Duino venerdì 8 e sabato 9 luglio - celebra il vitigno autoctono più celebre del Carso. L'evento è organizzato dall’Associazione dei Viticoltori del Carso – Kras. La Vìtovska  è l’emblema del territorio. Si tratta di un vitigno locale nato da un incrocio spontaneo tra la malvasia e la glera, non a caso gli altri due unici vitigni autoctoni a bacca bianca.Quest’anno ci saranno ospiti importanti al convegno di apertura, che si terrà venerdi 8 luglio alle ore 15.30, nella sala conferenze del Castello di Duino. Il simposio avrà come argomento di discussione "Vitovska e Carso. Un vitigno, un territorio e una identità da preservare". Oggi il Carso rappresenta nel panorama vitivinicolo un simbolo di artigianalità e legame con la comunità rurale. La difesa di questi valori passa attraverso la valorizzazione del suo vitigno autoctono, la Vitovska. Tutelare la Vitovska significa difendere una produzione lontana dai grandi numeri di mercato ma rispettosa del territorio, della tradizione produttiva e dei valori sociali della comunità che la coltiva.

La giornata inaugurale, dopo il convegno, proseguirà alle 18 con l'apertura ufficiale della manifestazione. Il biglietto d'ingresso costa 40 euro: durante la due giorni al castello verranno messi in vendita i biglietti solamente in caso di bel tempo. Altrimenti potrà partecipare all’evento solamente chi ha acquistato il biglietto in prevendita. Il biglietto ridotto (con tessere Onav, Slow Food e Ais) è di 35 euro. Non pagano i bambini fino ai 6 anni mentre dai 7 ai 15 il biglietto costa 15 euro. Dai 16 anni, il prezzo è intero. L’acquisto dei biglietti con riduzione è possibile solo presso la sede dell’evento. Le prevendite sono disponibili presso le seguenti location: BAR X V. del Coroneo, 11 (Trieste)
Caffè Vatta – V. Nazionale, 42 (Opicina) e Birreria Bunker, loc. Aurisina, 97 (Trieste). Per raggiungere la sede della manifestazione, l’Associazione Viticoltori del Carso mette a disposizione il servizio di navetta gratuito sia per la giornata di venerdì che per quella di sabato. Per informazioni e iscrizioni scrivere a carsobuskras@gmail.com. Il punto di partenza è fissato in Piazza Oberdan. 

Ultimo aggiornamento: 16:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci