Neve sul Carso, bora e fiocchi in città, temperature in picchiata

Martedì 6 Aprile 2021
foto di repertorio

TRIESTE - Prosegue l'ondata di maltempo che si sta abbattendo su Trieste e provincia da questa mattina, 6 aprile. Le temperature sono precipitate rispetto ai giorni scorsi e il Carso si è imbiancato. Nel corso della mattinata fiocchi di neve sono caduti, alternati alla pioggia, anche in centro città, senza attecchire. Si è passati così dal sole e temperature più miti di ieri, giorno di Pasquetta, a un brusco ritorno alle rigide temperature invernali. Banchi di nebbia si sono registrati in pianura nelle ultime ore, mentre continua a soffiare vento forte.

Nei decenni passati, ricorda l'Osmer Arpa del Friuli Venezia Giulia, la neve ad aprile non era un fenomeno anomalo sul Carso, negli ultimi anni invece è stato assente. Un evento analogo era stato registrato a metà aprile del 1991. Si tratta di un'ondata di freddo, che dovrebbe esaurirsi nell'arco della giornata; è causata da un marcato fronte freddo dal nord Europa che genera una depressione nei bassi strati sull'alto Adriatico a cominciare dalle prime ore di oggi, favorendo l'afflusso di correnti fredde orientali al suolo, umide meridionali in quota.

A causa del maltempo, a Gorizia si è verificato un rallentamento delle somministrazioni di vaccino: uno spandimento del tetto del Padiglione B del quartiere fieristico, dovuto alle forti piogge - informa l'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina - ha determinato un ritardo di circa un'ora nella somministrazione dei vaccini in programma. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA