Depositi costieri, «gravi indizi»: interdittiva per Franco Napp

Depositi costieri, «gravi indizi»:  interdittiva per Franco Napp

di E.B.

TRIESTE - Il Gip del Tribunale di Trieste ha emesso una misura cautelare interdittiva per la durata di un anno del divieto di esercitare attività direttive di persone giuridiche nei confronti di Franco Napp, liquidatore della Giuliana Bunkeraggi e amministratore delegato della Trieste Terminal Passeggeri. Il provvedimento del Gip è stato deciso in base ai gravi indizi emersi nell'ambito dell'inchiesta della Guardia di Finanza 'Oro nero' sulla società Depositi costieri Trieste, dal 2015 di proprietà della Giuliana Bunkeraggi di Napp, appunto, fino alla vendita alla Life Srl. La DCT è stata dichiarata fallita il 29 gennaio 2018 dal Tribunale di Trieste, Sezione Fallimentare, su richiesta della Procura della Repubblica, perché insolvente in quanto aveva accumulato un debito verso l'Amministrazione di oltre 32 milioni di euro, cui si aggiunge un debito di oltre 9 milioni di euro per sanzioni. Liquidatore della società fu nominato Piergiorgio Renier.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 16 Aprile 2019, 10:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Depositi costieri, «gravi indizi»: interdittiva per Franco Napp
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti