Guaiti dal furgone durante i controlli: i carabinieri salvano 8 cagnolini

Giovedì 4 Aprile 2019 di E.B.
10
TRIESTE - Sottopeso, denutriti e senza il microchip. Viaggiavano in queste condizioni, gli otto cuccioli di cane di poche settimane - 6 di razza bulldog francese e 2 di razza shitzu - messi in salvo dai carabinieri di Aurisina, nel corso dei servizi di controllo del territorio svolti a ridosso delle aree confinarie.

I militari hanno fermato un furgone con a bordo due moldavi, di 50 e 33 anni, provenienti dalla Romania. Dai controlli di rito sull’identità degli occupanti, sono risultati essere senza fissa dimora in Italia e gravati da precedenti di polizia. Durante gli accertamenti, i Carabinieri hanno sentito dei flebili guaiti provenire dal cassone del furgone e hanno immediatamente chiesto spiegazioni. I due uomini, cercando di dissimulare un certo imbarazzo, si sono affrettati a chiarire che nel retro del furgone erano presenti i loro cani. La spiegazione non ha per nulla convinto gli uomini dell’Arma, che hanno intimato al guidatore di aprire il portellone del mezzo per procedere a un controllo. All’interno del cassone, stivati in due trasportini, i militari hanno trovato i cagnolini che, essendo stati trasportati in precarie condizioni igienico-sanitarie, sono stati visitati dai veterinari di Trieste e trattenuti in osservazione per valutare la regolare crescita e l’assenza di malattie. I due cittadini moldavi sono stati denunciati per introduzione illecita di animali da compagnia e per maltrattamento di animali. È inoltre stata comminata loro una sanzione amministrativa di 3.300 euro.
  Ultimo aggiornamento: 17:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA