Aggredito sotto casa con lo spray e preso a sprangate da gang dell'Est

Sabato 9 Novembre 2019
16
Aggredito sulla porta di casa da tre sconosciuti, che probabilmente tentavano una rapina, e ferito alla testa con un piede di porco. È accaduto ieri sera a Muggia (Trieste), a un triestino di 43 anni, finito poi in ospedale per una ferita al capo che gli è stata medicata con dieci punti di sutura. Mentre stava rincasando a casa con i figli e aspettando di entrare nella propria abitazione, racconta l'uomo, Davide Comelli, sui social:  «Sono arrivate tre persone, credo balcanici, che stavano scendendo la discesa verso casa. Erano malintenzionati, uno dei tre aveva un piede di porco in mano. Il più giovane mi ha spruzzato dello spray al peperoncino, ma da troppo lontano e non mi ha colpito. Appena ho capito cosa stava accadendo ho sferrato un pugno. E poi sono finito a terra. Uno dei tre mi ha colpito alla testa. Per fortuna mi ha colpito male e mi hanno messo 10 punti di sutura».

Ferito, la vittima ha chiesto aiuto, mettendo in fuga i tre che, mentre scappavano, spiega, gli hanno «tirato addosso una fioriera». La loro identità resta ancora ignota. «Forse - spiega  - ho riconosciuto quello che ha preso il pugno in faccia. Un secondo, ho spiegato alla Polizia, potrebbe essere originario dei Balcani o di un Paese dell'Est». Un fatto isolato, ricorda, per il piccolo comune di Muggia. «Il mio appello - conclude Davide - è di stare attenti ai propri figli, alle proprie famiglie e alle proprietà».
Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 18:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA