Aggredito per aver difeso la sorella. Otto giovani nei guai, anche minori

Mercoledì 12 Maggio 2021 di E.B.
Aggredito per aver difeso la sorella. Otto giovani nei guai, anche minori

TRIESTE - Otto giovani denunciati di cui cinque minorenni. E' l'esito delle indagini svolte dalla Polizia locale che è riuscita ad individuare i responsabili di una aggressione avvenuta lo scorso 3 maggio all'esterno di un bar di via Rossini. Una pattuglia di servizio in piazza sant'Antonio era stata richiamata da delle urla e rumori come di mobilio sbattuto. Un adolescente era stato appena aggredito da un gruppo di giovani che si erano poi allontanati in via Roma: gli operatori, dopo una descrizione sommaria degli aggressori, si erano messi sulle loro tracce individuando subito tre di essi nei pressi di piazza Vittorio Veneto con l'ausilio di un equipaggio dell'Esercito Italiano, servizio di Strade Sicure, mentre un altro operatore della Polizia Locale era riuscito a raggiungere ed identificarne un quarto in borgo Teresiano. I 4 ragazzi condotti in caserma per la completa identificazione, risultavano essere tutti minorenni.

La vittima, anch'egli minore, si era recato con la madre presso il Comando per denunciare gli aggressori per le lesioni subite. Le indagini che ne sono seguite hanno permesso però di identificare il resto del branco (complessivamente formato da otto giovani, 5 minori e 3 maggiorenni) e di meglio comprendere le dinamiche dell'evento. La vicenda si è sviluppata in due fasi: la vittima si trovava al bar con la sorella minore ed era intervenuta in sua difesa al tentativo di molestie da parte di un ragazzo: ne era scaturito un alterco verbale tra i due con tanto di minacce del molestatore nei confronti del ragazzo. Sembrava finita lì e invece, poco dopo, il giovane è tornato al bar spalleggiato da altri sette compari per circondare la vittima dando il via all' aggressione con sedie ed arredi. Il giovane ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni. I ragazzi fanno parte di un gruppo più numeroso già attenzionato in altre parti della città, in particolare nel giardino pubblico De Tommasini e Largo Bonifacio. Sono stati tutti denunciati all'Autorità giudiziaria minorile ed ordinaria per lesioni volontarie aggravate.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA