Agenti uccisi in Questura: il killer verrà trasferito al Rems di Aurisina. Ma il sindaco è contrario

Giovedì 1 Dicembre 2022 di E.B.
Agenti uccisi in Questura: il killer verrà trasferito al Rems di Aurisina. Ma il sindaco è contrario

TRIESTE - Alejandro Augusto Stefan Meran, il giovane di 32 anni di origini dominicane che il 4 ottobre 2019 uccise in Questura due poliziotti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego potrebbe essere trasferito entro dicembre dal carcere di Verona alla Rems di Aurisina (Trieste), residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza. In questo modo verrebbe applicata la sentenza della Corte di assise del 6 maggio a carico di Meran che ne stabilì la non imputabilità per "vizio di mente" disponendo una misura di detenzione per trent'anni in una Rems. Fino a questo momento, però, per mancanza di posti liberi in varie strutture, Meran è rimasto sempre recluso nel carcere di Verona. Ma il sindaco di Duino Aurisina Igor Gabrovec in Consiglio comunale è stato categorico: «La Rems di Aurisina è già al completo. Non c'è posto per nuovi ospiti». E, rincarando la dose, ha aggiunto: «Questa amministrazione, se si presentasse l'ipotesi di un trasferimento di Meran ad Aurisina, farà tutto ciò che è nelle sue possibilità per contrastare tale decisione». Gabrovec ha reso noto di aver avuto un incontro con i responsabili dell'Asugi (Azienda sanitaria) che si occupano della Rems (Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza) di Aurisina, sul Carso, e di aver insieme effettuato un sopralluogo, «trovandoci d'accordo sul fatto che quella residenza non è adatta a una tipologia di ospite come Meran», che «metterebbe in difficoltà gli operatori». Per Gabrovec la presenza di Meran comporterebbe inoltre una «obbligatoria sorveglianza esterna da parte delle forze dell'ordine che, attualmente, non è prevista». Anche il Sap e i sindacati Cgil, Cisl e Fials hanno espresso "grande preoccupazione" per il possibile trasferimento.

Ultimo aggiornamento: 14:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci