Abbandona l'amico gravissimo dopo lo schianto: arrestata 44enne

Abbandona l'amico gravissimo  dopo lo schianto: arrestata 44enne

di E.B.

TRIESTE - Ha abbandonato l'amico in gravi condizioni dopo lo schianto. È accaduto quasi all'una di notte dello scorso 4 marzo. Ma andiamo con ordine. Alla guida della sua Fiat Punto con un amico al fianco, una 44enne triestina, pregiudicata, percorreva via Flavia da Trieste verso Muggia. Per cause ancora in via di accertamento ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere violentemente contro un palo della luce.

L'amico, 42enne triestino, è rimasto ferito seriamente ma la donna anzichè restare con lui, è scesa dal mezzo dileguandosi. Alla scena hanno assistito dei testimoni cercando invano di fermarla. Dunque hanno chiamato i soccorsi.  La pattuglia della Polizia Locale è giunta subito per i rilievi mentre una seconda si è messa sulle tracce della conducente. Il passeggero, intubato, è stato accolto all'ospedale di Cattinara in prognosi riservata.  Dopo 3 ore dall'incidente la Polizia locale ha rintracciato la donna in stato confusionale, anche lei è ferita ma in modo più lieve. La pattuglia l'ha scortata prima al Pronto Soccorso per le cure del caso senza mai perderla di vista: è responsabile di fuga, omissione di soccorso e lesioni personali stradali gravi. Poi è stata condotta in Caserma dove si è formalizzato l'arresto in flagranza per i reati citati. Il Magistrato le ha poi concesso gli arresti domiciliari. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 7 Marzo 2019, 09:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Abbandona l'amico gravissimo dopo lo schianto: arrestata 44enne
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2019-03-08 07:30:36
in auto si va piano, e possibilmente non si suppera.
2019-03-07 16:59:24
.....caruccia.....!
2019-03-07 14:23:51
Il magistrato si e' affrettato di corsa e con sollecitudine a concederle gli areresti domiciliari.
2019-03-07 15:56:06
Nessuno e' carcerabile senza processo a meno che non sussistano alte probabilita' di reiterazione o di fuga o di pericolosita'. Solo il processo (nei suoi tre gradi) puo' decidere la collocazione in carcere di un individuo. Questo in tutti i paesi civili e democratici.
2019-03-07 16:59:29
D'altro canto con l'auto distrutta e l'amico intubato "mica poteva reiterare il reato" ;-)