Luca Zaia in diretta oggi: «Da oggi si aprono i vaccini per i 50-59enni, ci sono 800mila posti. Anticiperemo anche i 40enni». Zona arancione? «No, restiamo gialli»

Venerdì 7 Maggio 2021 di Beatrice Mani
Luca Zaia in diretta oggi alle 12.30, le ultime notizie sul Coronavirus in Veneto
7

Luca Zaia in diretta oggi, venerdì 7 aprile 2021, per le ultime notizie sul Coronavirus in Veneto. L'andamento della pandemia, e l'indice Rt in particolare sono sotto stretta osservazione: oggi infatti è il giorno del cambio di colori delle Regioni e il Veneto, che sembrava a forte rischio arancione, dovrebbe invece essere confermato in giallo, secondo quanto dichiarato dal governatore.

Continua nel frattempo la campagna vaccinale, dopo i ripetuti appelli ai cittadini dai 60 ai 69 anni, scatta da oggi alle 16 la chiamata per i 50-59enni, si tratta della fascia di popolazione più numerosa nella nostra regione, con 756.076 persone da immunizzare.

Nuovi dati arrivano oggi invece sulle varianti del virus sul nostro territorio. ​Sono 24 i lineage, ossia le varianti del Covid, identificate a partire da gennaio nella nostra regione, e 11 quelle circolanti in regione nel mese di aprile, tra cui quella preponderante è quella inglese, con la brasiliana e la sudafricana. Ad aprile sono comparse anche due varianti indiane. Il dato emerge dalla sorveglianza effettuata dall'Istituto Zooprofilattico delle Venezie di Padova, coordinata dall'Iss, e aggiornata a fine aprile (Leggi l'articolo).

 

 

Zaia in diretta oggi

Il bollettino

Tamponi molecolari fatti ad oggi 5milioni 106mila, test rapidi 4milioni 452mila. Sono 629 i nuovi contagi Covid  nelle ultime 24 ore. Incidenza al 1,56%. Gli attualmente positivi in Veneto sono 19.629, metà sono asintomaciti. Ricoveri totali 1.228  (-53), 162 terapie intensive (-6),  1.066 area non critica (-47). Sono 10  le vittime nelle ultime 24 ore. IL BOLLETTINO INTEGRALE DI OGGI - LEGGI

 

Vaccini: prenotazioni aperte per i 50enni

La campagna vaccinale prosegue spedita, tanto da far anticipare alcune fasce di età: la novità è stata presentata oggi durante la diretta. «Ultime 24 ore sono state fatte 44.774 dosi, siamo a 1.925.867 dosi inoculate - ha dichiarato Zaia -. La somma di chi ha avuto le due somministrazioni è pari a 581.789. Quanto alle fasce d'età, almeno una dose è stata somministrata al 96,3% degli over80, al 78,4% degli over70 e al 46,8% degli over60. E' invece al 69% quella dei disabiili e al 62% quela dei vulnerabili. Dalle 16 di oggi, venerdì 7 maggio, si aprono le vaccinazioni per i 50-59 e apriamo fino al 9 giugno con 800mila posti: tutti possono prenotarsi e già da domani ci saranno 4mila posti liberi. E non escludo che si anticipino anche le vaccinazioni per i 40-49enni. Se i 50enni prenoteranno e andranno a vaccinarsi con Pfizer e Moderna, riempiendo le prime giornate disponibili, potremo anticipare i quarantenni. Restano aperte le agende per tutti i cittadini over 60, ovviamente, se vogliono prenotarsi potranno farlo», ha assicurato Zaia.

Se serve vaccinazioni fino a mezzanotte
Ogni fascia di popolazione ha le proprie esigenze e orari, adesso il Veneto si accinge a vaccinare i cittadini in età da lavoro, quelli ceh potrebbero avere difficoltà a presentarsi all'appuntamento nelle ore centrali della giornata. «Serve prenotarsi, non si va per accesso diretto - ha spiegato Zaia -. Ai direttori abbiamo chiesto di osservare la qualità delle prenotazioni, per capire gli orari in cui i cittadini preferiscono vaccinarsi, siamo pronti a vaccinare anche fino a mezzanotte, a spostare gli orari in base alle esigenze dei cittadini».

Vaccini nel settore turistico
Per le vaccinazioni degli addetti al settore turistico «avremo novità dopo aver visto come si comportano quelli della fascia 50-59». Lo ha annunciato Zaia. «Aspettiamo almeno una settimana - ha ribadito - e avremo novità per il turismo. Ma non voglio alimentare aspettative troppo presto. Con il generale Figliuolo c'è un tavolo tecnico in corso, fermo restando che poi ci muoviamo in autonomia».

Oggi alle 16 Zaia (nella fascia over 50) si prenoterà subito? «Sì, sì», ha risposto, «vi dirò anche quando mi vaccinerò».

Quanti vaccini ci sono oggi in Veneto? A magazzino ieri sera 272mila dosi di vaccini: 124mila Pfizer, 19mila Moderna, 10J&J e 117mila Astrazeneca.

 

Tre aziende diventano punti vaccinali

«Ci sono aziende che si sono messe a disposizione per vaccinare i cittadini per fascia di età, per conto nostro, a loro spese ed è come se fossero un centro vaccinale ufficiale - ha annunciato ancora il presidente -.  Li troverete durante la prenotazione nel portale: si parte da lunedì. A Belluno, come aziende abbiamo Luxottica, a Verona la Aermec, a Valdagno il Gruppo Marzotto. Il Veneto Orientale entra con centri vaccinali fatti per il personale turistico, ma faranno anche loro i 50enni, un centro per ogni grossa località turistica, pensiamo a 4-5 punti».

Rivedere parametri, il nodo Rt

«Abbiamo un Rt a 0.95 e l'incidenza a 97% - ha spiegato Zaia -. Stiamo rivedendo i parametri per i colori delle Regioni. Abbiamo vaccini, terapie monoclonali, questo va considerato e oggi il gruppo di lavoro per le Regioni penseranno ai nuovi parametri, l'idea è di dare più spazio a Rt con sintomi ed Rt ospedaliero».

«Ormai - ha proseguito - un terzo dei veneti sono vaccinati, abbiamo i monoclonali, abbiamo dispositivi. Il gruppo di lavoro coordinato dalla dottoressa Russo con l'Iss punta ad avere nuovi parametri, che introducano il principio di automatismo, come è avvenuto per i colori delle aree». Sottolineando che «comunque resteranno le zone», Zaia ha notato che «anche se qui c'è rischio basso, c'è il rischio che per un calcolo questa estate i turisti si trovino a essere chiusi senza muoversi. Non sto liquidando la partita Coronavirus, ma vedo tanti happy hour, tanti assembramenti. Dico ai giovani: dateci tregua almeno fino a giugno, finiamo questa valanga di vaccini - ha concluso - così abbiamo messo in sicurezza migliaia di cittadini».

Veneto resta giallo

La zona arancione? Non è così scontata secondo Zaia, poiché il dato Rt preso in considerazione è la media degli ultimi 14 giorni ed oggi è in calo, inoltre gli altri parametri non sono negativi, compresa l'incidenza. «Lo scenario a basso rischio va a ritarare il colore, per noi dovrebbe essere confermato il giallo - ha spiegato il governatore Zaia -. Noi nelle prossime settimane dovremo scontare il dato di questi ultimi 15 giorni, con l'apertura delle scuole, ad esempio. Dobbiamo scollinare il 20 maggio, dopo immagino e spero che con il cambio di stagione il virus arretri, non dobbiamo andare noi in cerca del virus adesso».
 

La visita di Figliuolo il 13 maggio

Prevede tre tappe, a Mestre, Padova e Verona, la visita del commissario straordinario per la vaccinazione anti-Covid, gen. Francesco Paolo Figliuolo, in Veneto. Lo ha anticipato il presidente regionale Luca Zaia. In mattinata, verso le ore 9.00, Figliuolo avrà un incontro con stakeholder e istituzioni presso il Padiglione Rama dell'ospedale dell'Angelo, a Mestre. Verso le ore 11.00 è prevista la visita all'hub vaccinale del Padiglione Aquae, a Porto Marghera, con un punto stampa alle ore 11.00 circa. In tarda mattinata Figliuolo si recherà quindi al punto vaccini alla Fiera di Padova, e successivamente all'ospedale militare del capoluogo euganeo. Infine, nel pomeriggio, si sposterà a Villafranca di Verona, presso la base dell'Aeronautica militare dell'aeroporto. 

Covid. Il professor Palù (presidente Aifa): «Per il tracciamento i tamponi rapidi sono indispensabili». E non cita mai Crisanti

Green Pass per le visite nelle case di riposo

«Le linee guida ci sono - ha spiegato l'assessore Manuela Lanzarin - e sono state trasmesse al Ministero, per diventare attuative. Bisogna aspettare un provvedimento nazionale».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 12:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA