Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pantere pronte per il mondiale, confermate De Gennaro, Gennari e Lubian

Il via il 23 settembre con Polonia Croazia. Oltre alle favorite ci sono Wolosz, Gray, Plummer e Robinson a caccia del titolo iridato

Lunedì 19 Settembre 2022 di Francesco Maria Cernetti
Pantere sul campo (foto d'archivio)

CONEGLIANO - Manca sempre meno al 23 settembre, giorno in cui Polonia e Paesi Bassi inaugureranno la 19. edizione del campionato mondiale femminile di volley. Ad aprire la competizione sarà la Polonia di Asia Wolosz contro la Croazia alle 18, mentre l'Olanda debutterà poche ore più tardi contro il Kenya. Quattro i gironi da sei squadre della prima fase, con le prime quattro classificate che si qualificheranno per i due gironi della seconda fase. Anche in questo caso saranno le quattro migliori squadre per girone a qualificarsi alla fase finale. In seguito alla vittoria di Europei e Volley Nations League, l'Italia di Mazzanti non può che partire tra le grandi favorite della rassegna iridata.

Il roster

A tenere alto l'onore del tricolore e dare la caccia alla vetta del mondo ci saranno tre pantere: l'insostituibile Moki De Gennaro, Alessia Gennari e Marina Lubian, arma tattica spesso e volentieri utilizzata nei turni in battuta. Le convocazioni diramate da Mazzanti infatti si sono rivelate nel segno della continuità, con la conferma delle quattordici protagonista della cavalcata vincente in Vnl e l'esclusione di Alice Degradi, complice il recupero di Pietrini dai recenti problemi alla schiena. Il raduno è previsto per oggi pomeriggio, mentre la partenza verso l'Olanda sarà domani mattina. Poi, tre giorni per preparare il debutto contro le campionesse del campionato africano previsto per il 24 settembre alle 15. «Queste sono le giocatrici che hanno lavorato tutta l'estate e vinto la Volley Nations League appena disputata - spiega il ct - un gruppo che si conosce molto bene. Conosciamo la formula del Mondiale, competizione lunga con difficoltà crescenti, in cui dovremo migliorare di partita in partita». Come sempre pochi proclami, ma tanta voglia di regalare all'Italia un'altra estate da sogno dopo un 2021 in cui sia la selezione maschile che quella femminile hanno conquistato gli Europei. Un'altra doppietta a distanza di un mese tra un trionfo e l'altro sarebbe qualcosa di storico.

Le avversarie

A provare a mettere i bastoni tra le ruote alle azzurre saranno Camerun, Belgio, Kenya, Porto Rico e le co-padrone di casa dei Paesi Bassi: un girone non irresistibile ma da affrontare comunque con la giusta mentalità per evitare brutte sorprese. Nel girone B la Polonia di capitan Wolosz e di Stefano Lavarini, spinta dal proprio pubblico, affronterà Corea del Sud, Croazia, Repubblica Dominicana, Thailandia e Turchia, con la squadra di Giovanni Guidetti a recitare il ruolo della favorita ma, anche in questo caso, occhio a possibili sorprese, con le padrone di casa che avranno uno stimolo in più. Tanti gli incroci a tinte gialloblu invece nella pool C, con Daniele Santarelli che troverà sulla sua strada tre delle quattro bande che vestiranno la maglia della Prosecco Doc Imoco nella prossima stagione: Kelsey Robinson-Cook, Kathryin Plummer e Alexa Gray. Oltre a Serbia, Stati Uniti e Canada saranno Bulgaria, Germania e Kazakistan a completare il girone. È probabile che a giocarsi i primi due posti saranno le compagini di Santarelli e Kiraly, mentre le altre quattro si contenderanno i due restanti per accedere alla seconda fase. Dopo le grandi risposte arrivate dalla Vnl sarà da valutare l'impatto di un fenomeno come Boskovic per la Serbia, che si candida seriamente a un posto sul podio. Il quarto e ultimo girone vede come intrusa la Repubblica Ceca, considerato che vi sono tre squadre sudamericane (Argentina, Brasile e Colombia) e due asiatiche (Cina e Giappone). Tutta la competizione si svolgerà in meno di un mese, con la finale prevista ad Arnhem, Paesi Bassi, il 15 ottobre. Poi, spazio ai campionati, con la Prosecco Doc che esordirà al Palaverde contro Bergamo proprio una settimana dopo la conclusione della rassegna iridata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci