Veneto Banca, i pm chiedono 6 anni di reclusione per l'ex ad Vincenzo Consoli.

Giovedì 20 Gennaio 2022
Veneto Banca, i pm chiedono 6 anni di reclusione per l'ex ad Vincenzo Consoli

TREVISO - Crac di Veneto Banca, chiesti sei anni di reclusione per Vincenzo Consoli, ex amministratore delegato. La richiesta di condatta è stata presentata dai pm Massimo De Bortoli e Gabriella Cama, dopo la requisitoria. La sentenza è prevista per il 4 febbraio.

Veneto Banca, chiesta la condanna di Consoli

Con un intervento in aula durato più di cinque ore il Procuratore della Repubblica di Treviso facente funzioni, Massimo De Bortoli, ed il pubblico ministero Gabriella Cama hanno chiesto la condanna a sei anni di reclusione per Consoli, ex amministratore delegato di Veneto Banca, istituto popolare di Montebelluna (Treviso) andato in liquidazione coatta nel 2017.

Consoli, di cosa è accusato

I capi d'accusa sono di ostacolo alla vigilanza, falso in prospetto e aggiotaggio (andato in prescrizione l'anno scorso). L'accusa ha valutato le circostanze aggravanti prevalenti sulle attenuanti per la collaborazione all'accertamento della verità giudicata insufficiente.

Le tappe del processo all'ex ad di Veneto Banca

Domani sono previsti gli interventi dei legali di parte civile e sabato l'arringa del difensore di Consoli, Ermenegildo Costabile. La corte si pronuncerà il 4 febbraio.

Azioni e obbligazioni azzerate

Nel crac di Veneto Banca, poi assorbita assieme alla Banca Popolare di Vicenza da Intesa Sanpaolo, circa 80 mila risparmiatori videro azzerati i valori delle loro azioni ed obbligazioni.

 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 08:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci