Passaggio da Veneto Banca a Intesa: conti bloccati e stipendi non versati

Un momento storico: l'insegna di Veneto Banca tolta dalla sede centrale di Montebelluna

di Mattia Zanardo

TREVISO - Non a caso l’hanno definito “D-Day”. Dopo un ponte dell’Immacolata di lavoro per tecnici e addetti per effettuare il passaggio dai vecchi sistemi informatici alla nuova piattaforma unificata, da ieri i conti correnti e gli altri rapporti di Veneto Banca e Popolare di Vicenza sono materialmente “sbarcati” in Banca Intesa. Oltre due milioni di clienti privati cittadini e duecentomila imprese, per circa un milione e mezzo di conti correnti passati, anche dal punto di vista dell’operatività, sotto il gruppo di Ca’ de Sass. Qualcuno, tuttavia, ha faticato non poco a raggiungere la riva. Più di qualche correntista lamentava, anche nella giornata di ieri, l’impossibilità di accedere al proprio conto online o la difficoltà ad effettuare le consuete operazioni dal bancomat o, addirittura, il fallimento nel versamento dello stipendio da parte dell'azienda di cui è dipendente. Da Banca Intesa, però, ribadiscono che si tratta di casi sporadici e momentanei, pur spiacevoli per chi vi è incappato, ma comunque in numero molto limitato rispetto alla quantità di posizioni interessate dal passaggio. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 12 Dicembre 2017, 06:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Passaggio da Veneto Banca a Intesa: conti bloccati e stipendi non versati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 30 commenti presenti
2017-12-13 09:48:00
In italia i banditi alla fine trionfano sempre. Che si chiamino banche o clienti truffaldini poco cambia. Lo stato li difende presentando il conto, alla fine, ai cittadini che pagano o pagheranno le aberrazioni dei delinquenti. Qualcuno pensa che questo sia un paese normale ?
2017-12-13 06:20:37
Ma adesso impazza il Bitcoin, chi se li e'aggiudicati ,vanta ad amici e conoscenti una moltiplcazione tipo quella promessa a Pinocchio dal Gatto e la Volpe nell'orto dei miracoli. Certi magnificano il Bitcoin o simili , altri paventano uno schema Ponzi alla ennesima potenza, dove il passaparola e' amplificato dai social.Beato chi ha investito in orto , pollaio , vigneto ,attrezzi da lavoro e fucile da caccia..non si sa mai che passi un cinghiale.
2017-12-12 21:57:05
Ringrazio e rispondo volentieri ai Lettori che hanno replicato al mio commento. Il M5S ha presentato una proposta di Legge sul Sistema bancario che io considero molto positiva. Riflette una situazione simile a quella preesistente al 1993, quando i casi difficili delle banche furono molto minori. Le proposte di legge che il M5S presenta non sono vincolanti (non ha mai insistito o imposto la fiducia), ma possono sempre essere modificate e perfezionate. Il Parlamento serve a questo, ha questa funzione. Faccio notare che, sempre il M5S, sulle proposte di Legge presentate dai Partiti di Sinistra, di Centro e di Destra, che ritiene che vadano nella giusta direzione, ossia che hanno come fine gli interessi e il bene collettivo, le ha sempre sostenute, incoraggiate ed anche approvate di buon grado.
2017-12-12 20:32:55
ieri pomeriggio e oggi è bloccata anche la home banking di Cassa Risparmio/Intesa (posizione già in essere e non "traslocata")....certo che come inizio......
2017-12-12 18:34:20
hiper, guardi che le banche venete non sono state confiscate, ma hanno fallito. Quello che lascia ancora di più l'amaro in bocca, sta nel fatto che a farle saltare sono stati alcuni veneti di cui gli amministratori veneti non vogliono fare i nomi. Sa com'è, se la sera prima vado a cena assieme e mi faccio fotografare con loro, come si fa a denunciarli il giorno dopo? Altro che Roma ladrona, PD, Renzi, Boldrini, comunisti ecc..