I vecchi scarponi da sci di nuovo in pista come materassi: Tecnica raccoglie in un anno 4.200 paia di calzature

Domenica 4 Dicembre 2022 di Fe.Ba.
I vecchi scarponi da sci di nuovo in pista come materassi: Tecnica raccoglie in un anno 4.200 paia di calzature

TREVISO - Salvate dalla discarica per approdare alla Ski World Cup. Tornano nelle piste dei più importanti comprensori sciistici sotto forma di materassi di protezione le scarpette in poliuretano degli scarponi da sci, riciclate e rigenerate grazie a Recycle Your Boots, innovativo progetto di Tecnica Group, colosso dello sportsystem con quartier generale a Giavera del Montello, nel Trevigiano. È entrato nel vivo l'ambizioso laboratorio di up-cycling dell'azienda fondata nel 1960 da Giancarlo Zanatta e che oggi rappresenta un gruppo leader nel mondo della calzatura outdoor e dell'attrezzatura da sci, includendo nel proprio portafoglio alcuni dei marchi storici del settore: Tecnica, Nordica, Blizzard, Moon Boot, Lowa e Rollerblade. Dalla pista al riciclo e di nuovo alla pista, anche a proteggere gli atleti delle gare di Coppa del Mondo, con un minor consumo di energia e un taglio netto alle emissioni di Co2: questo è l'obiettivo finale del progetto, che si avvale della collaborazione dell'Università di Padova ed è supportato da Life, strumento della Commissione Europea a sostegno dei programmi di innovazione ambientale che hanno l'obiettivo di inaugurare, espandere o accelerare pratiche di produzione, distribuzione e consumo sostenibile.


LE CIFRE
A raccontare l'iniziativa è Maurizio Priano, project leader di Recycle Your Boots: «Dall'autunno dell'anno scorso ad oggi - spiega - abbiamo raccolto oltre 4.200 paia di scarponi usati coinvolgendo 54 negozianti in 7 diversi Paesi. Acquistando un nuovo paio di scarponi da sci, gli sciatori hanno avuto la possibilità di restituire in negozio quelli vecchi, di qualunque marca fossero, anziché lasciarli in cantina o portarli in discarica. I vecchi scarponi sono stati trasportati con spedizioni ottimizzate e, una volta a destinazione, smontati e trasformati in materie di seconda generazione, come granuli di plastica e pezzi di alluminio pronti per essere fusi e riutilizzati nella produzione industriale, in nuovi prodotti dei brand di Tecnica Group, ma non solo». «Una delle sfide più complesse è stata quella di trovare una soluzione per riciclare le scarpette aggiunge Giorgio Grandin, Tecnica Group innovation manager , perché il poliuretano espanso e la complessità di tutti i componenti di cui sono fatte hanno rappresentato una difficoltà notevole nel capire come separarle e riutilizzarle. Grazie alla collaborazione con la start up ReMat abbiamo messo a punto un processo di up-cycling, che parte dal riciclo di tutti i componenti e in particolare del poliuretano delle scarpette per trasformarlo in una lastra compatta di materiale rigenerato». Una costruzione a sandwich, con questo strato abbinato ad altre due lastre di poliuretano vergine, è diventata l'imbottitura dei materassi di protezione di Liski, l'azienda bergamasca che fornisce allestimenti e materiali di protezione alla maggior parte degli eventi sportivi internazionali, tra i quali le ultime edizioni delle Olimpiadi invernali e le gare di Coppa del Mondo di sci. L'aspetto interessante è che non solo si riporta in montagna una materia prima alla quale viene donata una seconda vita, ma anche la performance in termini di sicurezza di questo prodotto composto per due terzi da materiale riciclato: pur essendo più sottile dei materassi tradizionali, è risultato più sicuro ai crash test. Sulle piste e nei boschi, inoltre, rivivono anche altre parti degli scarponi: il polipropilene, una volta separato dagli altri materiali che compongono lo scafo, viene rigenerato e utilizzato per creare i rinforzi sulla parte posteriore dei Moon Boot, la zeppa degli scarponi nuovi e i rinforzi delle scarpette. Il poliuretano termoplastico riciclato viene invece usato per realizzare alcune parti degli sci.


LA TEMPISTICA
I primi scarponi da sci Tecnica e Nordica che adotteranno materiali rigenerati saranno sul mercato nella stagione 2023/24. Tutti gli scarponi della collezione 2023 inoltre saranno dotati di un Passaporto per il riciclo dei materiali, un Qr code che consentirà di conoscere materiali, modulo elastico e produttore. Infine lo stop al Pvc, materiale plastico ad altissimo impatto ambientale, e per questo eliminato da tutti gli scarponi a partire dalla prossima stagione. Recycle Your Boots d'altronde è un progetto ambizioso: entro tre anni, l'obiettivo è di raccogliere e riciclare almeno 20 mila paia di scarponi. «Le sfide della sostenibilità - sottolinea Giovanni Zoppas, ceo e direttore generale di Tecnica Group - hanno bisogno della massima attenzione e della spinta adeguata per diventare sempre più organiche e permeanti l'interezza del nostro gruppo».

 

Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 11:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci