Marco e Christian sposi nel castello: «E i nostri familiari sono entusiasti»

Marco e Christian sposi nel castello: «E i nostri familiari sono entusiasti»

di Camilla Bovo

CASTELFRANCO - Sabato il Castello Cini sarà la location della prima unione civile celebrata a Monselice: si diranno sì il 30enne Marco Rizzetto e il compagno 33enne Christian Duran. Da due anni convivono a Mestre, ma ora ufficializzeranno il rapporto davanti a 160 invitati, per poi festeggiare nello splendido scenario di via del Santuario. Marco Rizzetto, che nella vita è project manager in una azienda di Vittorio Veneto ma anche consigliere di municipalità e segretario del circolo Pd di Marghera, racconta come è nata la storia con Christian, che ha origini ecuadoregne ma che vive in Italia da 14 anni e fa il make up artist a Mestre. «L'ho conosciuto 7 anni fa in discoteca, allo Showroom di Padova. La nostra storia è nata subito dopo spiega . Lui abitava a Castelfranco. Ora  conviviamo a Mestre. Siamo una coppia fortunata, perché mai nessuno si è messo di traverso tra di noi, né nelle rispettive famiglie, né sull'ambiente di lavoro». La svolta con la legge Cirinnà.

LA DICHIARAZIONE
«Nel giorno del nostro anniversario, il 24 settembre 2017, ho portato Christian a Castelbrando e lì gli ho fatto una proposta, con tanto di anello racconta . Sono stato romantico e sono andato sul classico! Lui ha detto subito sì e da allora abbiamo cominciato a visitare i castelli della zona perché Christian non aveva dubbi: voleva che la nostra festa venisse celebrata in un castello. Alla fine quello di Monselice ci è sembrato perfetto. Ci unirà civilmente una nostra amica, consigliere comunale a Marcon, che ha ricevuto la delega dal sindaco». Ma che tipo di festa sarà? «Elegantissima. dice Marco Saremo in tanti, 160, amici e anche parenti, alcuni sono già in viaggio dall'Ecuador. Io e Christian avremo lo stesso abito. Ci saranno spettacoli e divertimento, ma anche un momento di grande commozione quando ricorderemo un nostro amico scomparso».

DOPO LE NOZZE
E dopo il matrimonio? «Speriamo di riuscire a comprare casa», ammette Marco. Ma c'è un sogno ancora più grande. «A me piacerebbe avere un bambino. confida Marco . Ritengo che la questione sia stata brutalmente politicizzata. Penso però che sarebbe giusto impegnarsi per agevolare le adozioni. Non solo per le coppie omossessuali. Proprio in questi giorni un mio superiore, che ha adottato tre ragazzi, mi ha detto una frase davvero emozionante: perché un bambino dovrebbe trovarsi meglio in un orfanatrofio piuttosto che in una famiglia, qualunque essa sia, in cui ci sia amore?».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Giugno 2018, 05:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Marco e Christian sposi nel castello: «E i nostri familiari sono entusiasti»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
2018-06-17 00:14:06
Quello che a me sembra oltremodo aberrante e che il figlio lo vogliono ma l’ovulo preso da una studentessa universitaria con intelligenza sopra la media e con incarnato chiaro, occhi azzurri.... poi questo ovulo fecondato da uno dei due viene impiantato nell’utero di una povera disgraziata che porterà a compimento la gravidanza per una cifra importante e darà il frutto di questo parto a due incoscienti e in fondo razzisti perché sfruttano la miseria umana.
2018-06-16 09:13:47
Non tolgono diritti e beni a nessuno e manifestano pace e amore: rallegriamoci !!! Ma non si insista a dire che è tutto normale ciò che è palesemente contro natura !!!
2018-06-15 13:09:41
... il mondo si regge su alcuni pilastri storico naturali universali. questi li stanno scardinando tutti con l'avvallo omissivo di una società allo sbando.. fare gli auguri è impossibile..
2018-06-15 12:31:00
I primi che non si accettano come omosessuali sono proprio loro, altrimenti non vorrebbero emulare gli eterosessuali. Comunque la natura ha voluto che un figlio nasca tra l'incontro di spermatozoi (che ha l'uomo) con ovuli (che ha la donna). Quindi adesso mi aspetto grandi manifestazioni CONTRO QUESTA NATURA COSI DISCRIMINATORIA che, perbacco, non ha fatto l'uomo e la donna autoriproducenti !!!
2018-06-15 12:11:51
Cari sposi, volete un bambino..... bene, impegnatevi a fare tante notti d'amore come tutte le altre coppie: e se arriva, arriva !!! Fine. Tanto voi i bambini adottati non li volete nemmeno!