Coronavirus, Ulss di Treviso: 1100 dipendenti e pazienti (15%) positivi su 7.000

Lunedì 23 Marzo 2020
2
TREVISO - Sono 1.100 tra dipendenti e pazienti ricoverati nelle strutture dell'Ulss 2 di Treviso, i positivi al Coronavirus su un totale di 7.000 persone (somma di dipendenti e pazienti attuali, la percentuale è del 15,7%). Il dato è stato comunicato dalla stessa Ulls2 che ha iniziato, in tutte le proprie sedi il piano di esecuzione dei tamponi. Si tratta di uno step della campagna di screening esteso voluta dal Presidente del Veneto, Luca Zaia.

«Siamo partiti - rileva il dg Francesco Benazzi - con l' effettuazione di circa 200 tamponi al giorno da parte dell'équipe di Microbiologia, per arrivare ai circa 1.000 tamponi al giorno attuali. L'équipe del dottor Rigoli lavora, attualmente, h24, su turni di 8 ore, con una linea di lavoro dedicata per le urgenze. Da qualche giorno - aggiunge Benazzi - abbiamo attivato anche i test rapidi, attualmente in fase di sperimentazione nel Pronto Soccorso di Treviso. Questi test permettono di accorciare notevolmente il tempo di risposta: in un'ora, infatti, si conosce l'esito. Ne abbiamo fatti 113, tutti su pazienti sintomatici, con 52 positività rilevate». Complessivamente saranno fatti circa 300 tamponi al giorno tra le varie strutture. Per i pazienti ospedalieri, i tamponi vengono eseguiti dai diversi reparti. Già dall'avvio del focolaio di Covid vengono fatti i tamponi a tutti gli operatori ospedalieri. I tamponi vengono fatti anche al personale che opera a livello distrettuale (Adi, Case di riposo etc) e sui Medici di medicina generale, pediatri, medici e farmacisti: una sola positività su 81 medici di famiglia. 
Ultimo aggiornamento: 18:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA