Traffico di specie protette, i Forestali liberano 275 esemplari sequestrati, trovati morti altri 156

PER APPROFONDIRE: denuncia, forestale, liberati, uccelli
Traffico di specie protette, i Forestali liberano 275 esemplari sequestrati, trovati morti altri 156
TREVISO - Centinaia di uccelli protetti sono stati liberati dai carabinieri forestali di Treviso al termine di un'inchiesta che ha portato alla denuncia di 7 persone per detenzione illecita e traffico di avifauna selvatica. In particolare, sono stati liberati 275 esemplari di avifauna selvatica (patrimonio indisponibile dello Stato) di varie specie, mentre altri 156 uccelli protetti sono stati trovati morti.

Sequestrate svariate reti da uccellagione, gabbie e 'trasportini' dove venivano tenuti i volatili. Prime d'essere rimessi nel loro habitat naturale, evento seguito da alcune classi di una scuola elementare di Fregona (Treviso), gli uccelli sono stati sottoposti alle cure dei veterinari del Centro di recupero della Fauna selvatica della Provincia di Treviso.

L'indagine ha avuto epicentro nella Marca trevigiana, e si è poi estesa a Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Puglia, Trentino e Campania. Le specie rinvenute sono le più svariate: allodole, tordi sassello, tordi Bottacci, merli, cesene, ciuffolotti, fringuelli, crocieri , tortore orientali dal collare, specie particolarmente protette anche dalla Convenzione di Berna. Oltre a questi, anche molti esemplari provenienti da Paesi stranieri.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 20 Dicembre 2018, 16:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Traffico di specie protette, i Forestali liberano 275 esemplari sequestrati, trovati morti altri 156
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-12-21 08:08:13
Buona notizia. Però vorrei che fosse previsto il carcere per chi cattura specie in estinzione
2018-12-21 14:10:48
per sasa456 anch'io sono per il carcere, però delle specie elencate non ce ne sono in pericolo di estinzione, tutt'altro alcune comunissime e altre cacciabili. credo che prima dovrebbero mettere in carcere almeno gli assassini.
2018-12-20 19:22:39
.. giusto intervenire e reprimere. ma resta il fatto che un barattolo di sano alchimistico pesticida ( sparso non a piene mani a a piene botti ) su terreni discarica ammazza mille volte di più ( ora non ammazza più nulla perchè quel che c'era da far fuori lo ha fatto ) . da qualche tempo sta passando direttamente all'uomo ( diecimila casi di cancro annui in veneto ).. che si aspetta a fare qualcosa ?.. la risposta è parimente semplice.. forti con i deboli e deboli coi forti.. insomma il solito