Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'avvocato Zuin e le truffe a raffica nei cumuni sul Terraglio: «Sono chiuso fuori casa...»

Giovedì 11 Agosto 2022 di Maria Elena Pattaro
Si spacciava per un avvocato per rubare soldi
5

MOGLIANO - Elegante, affabile e soprattutto convincente. Al punto da impietosire le sue vittime e convincerle ad aprire il portafoglio per aiutare quel sedicente avvocato a togliersi dai pasticci. «Mi scusi, sono l’avvocato Zuin, mi sono chiuso fuori casa. Mi servirebbe un prestito di 37 euro per pagare il fabbro, poi vi restituiscono tutto» assicura ogni volta. Ma di soldi mai nemmeno l’ombra. Sui social fioccano le segnalazioni di residenti a cui il malvivente ha cercato di darla a bere usando l’alias dell’avvocato Zuin. Così da fare breccia, sfruttando le proprie doti attoriali, nel muro di diffidenza di fronte alle richieste di uno sconosciuto. Dosson di Casier, Preganziol, Treviso, ma anche diverse località del veneziano. L’allerta corre sui gruppi Facebook e qualcuno ha chiesto anche l’intervento dei carabinieri: venerdì una pattuglia è intervenuta nella zona di via Aldo Moro ma il truffatore si era già allontanato. Ha colpito anche in via Petrarca, usando l’alias dell’avvocato Zuin così da fare breccia nel muro di diffidenza di fronte alle richieste di uno sconosciuto. 


LE BUGIE

«È uscito correndo dal condominio al civico 11, tutto affannato. Diceva che si era chiuso fuori casa, non aveva le chiavi di riserva e doveva pagare il fabbro per il lavoro che stava facendo per aprire casa - racconta Ottavia D. sul gruppo Facebook di Dosson -. Dopo che gli abbiamo proposto di accompagnarlo a prendere le chiavi nel suo studio in centro. lui ha chiesto il prestito di 38,70 euro per il pagamento del fabbro chiedendo esattamente a che citofono e nome riportare i soldi. Li avrebbe lasciati nella buca delle lettere. Ovviamente più visto!». 


LE SEGNALAZIONI
La residente non è l’unica a mettere in guardia i propri concittadini dalle insidie di questo specialista della truffa. Barbara G. ne fornisce anche una descrizione: «Accento italiano, media statura, capelli corti». È così che venerdì pomeriggio verso le 15 è stato visto suonare i campanelli delle abitazioni nella zona della pizzeria Primavera. «Presentandosi come un avvocato dichiarava di essersi chiuso fuori casa e chiedeva 37 euro per duplicare le chiavi, promettendo di restituire la somma di lì a un’ora» - spiega la donna, che raccomanda di mettere in guardia soprattutto gli anziani, vittime preferite delle truffe. «Anche mia moglie l’ha incrociato in via Aldo Moro - racconta Giorgio B. -. Stessa storia...chiuso fuori casa...educato e convincente, ha chiesto 17 euro e poi ciao ciao». I residenti hanno avvisato i carabinieri, che ora sono a caccia del truffatore. Il suo raggio d’azione non si limiterebbe alla Marca, dove peraltro altri cittadini hanno segnalato episodi simili a Frescada. C’è chi a pronto a giurare che è “sulla piazza” da anni. «È sempre il solito che gira, un vero professionista della truffa - scrive Monica Z. sui social -. È riuscito a fregarmi più di dieci anni fa 5 euro a San Zeno, dove abitavo. Fa il centro e le periferie e poi cambia regione. Racconta storie che sembrano vere, i classici casi fortuiti. E ti frega, sempre». 

Ultimo aggiornamento: 16:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci