Treviso. Niente ergastolo per il massacro
di Gorgo, processo da rifare/ Sondaggio

Sabato 4 Dicembre 2010
A sinistra i coniugi Guido e Lucia Pelliciardi, a destra Naim Stafa
TREVISO (4 dicembre) - Sarà cancellato l'ergastolo per il massacro di Gorgo al Monticano. Il processo a Naim Stafa, il 36enne albanese condannato al carcere a vita per l'omicidio dei coniugi Guido Pelliciardi e Lucia Comin, un delitto brutale avvenuto il 21 agosto 2007 nella dépendance di villa Durante, si dovrà rifare in corte d'appello perché la Corte di Cassazione ha cancellato le aggravanti, fra cui quella di aver usato sevizie e crudeltà. La stessa aggravante è stata cancellata anche al basista, il 22enne romeno Alin Bogdaneanu, che era stato condannato a 20 anni, e anche il suo processo sarà da rifare, perché la Corte di Cassazione ha ritenuto la pena sproporzionata al reato effettivamente commesso. Il terzo imputato, l'albanese Artur Lleshi, accusato di aver commesso materialmente l'omicidio insieme a una persona rimasta sempre sconosciuta (mentre Stafa, secondo la ricostruzione più probabile, avrebbe dato ordini dall'esterno), si è ucciso in carcere a Padova il 19 dicembre 2007, quattro mesi dopo l'omicidio.



Sentenza giusta, perché Stafa non aveva partecipato materialmente al duplice omicidio, o ingiusta? Rispondi al sondaggio di Gazzettino.it Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre, 17:04

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci