Riecco i treni fino a Feltre: dopo tre mesi finiti i lavori

Venerdì 9 Settembre 2022 di Laura Bon
Riecco i treni fino a Feltre: dopo tre mesi finiti i lavori

MONTEBELLUNA - Da domenica tornano i treni sulla linea Treviso-Feltre. Mancavano da giugno nel tratto da Treviso a Montebelluna, da febbraio nella parte più a nord. In concomitanza con l'inizio della scuola, si torna alla normalità, fatta eccezione per il tratto Feltre-Belluno che dovrà attendere fino a ottobre. La chiusura è stata necessaria per effettuare una serie di lavori propedeutici all'elettrificazione che peraltro non sono ancora terminati, ma non era ipotizzabile un'ulteriore chiusura. Si proseguirà pertanto con altri interventi in futuro, con l'obiettivo di terminare per il 2025.


GLI INTERVENTI
In questi mesi si è intervenuti sulle gallerie di Fener e Quero provvedendo inoltre a un abbassamento nella zona di Montebelluna. In futuro bisognerà cambiare il ponte a Feltre e provvedere a collocare i plinti sui quali poggeranno i pali. E per la settimana europea della mobilità l'associazione Trenibelluno suggerisce di effettuare assieme, il prossimo 17 settembre, il viaggio Belluno-Treviso proprio per osservare i lavori. Intanto, in connessione con la riapertura, sono in programma tre giorni di festa a Cornuda. Si tratta della terza edizione della Biennale Ferroviaria Expo, che festeggia la riapertura della tratta ferroviaria che collega Treviso e Feltre. La Biennale, promossa e organizzata da Ferrovie Arrugginite APS in collaborazione con il Comune di Cornuda e con il sostegno di Banca Della Marca agenzia di Crocetta del Montello, è nata con l'obiettivo di offrire a tecnici, cultori, collezionisti e semplici curiosi del mondo del trasporto ferroviario un'occasione di incontro e scambio.


LA MANIFESTAZIONE
La tre giorni si apre oggi alle 17.30, in Sala Giovanni XXIII, con un incontro dedicato a Il trasporto intermodale delle merci nel Nord-Est: prospettive e sviluppi. Lo scopo del confronto è richiamare l'attenzione sulla necessità, imprescindibile per imprese e pubbliche amministrazioni, di impegnarsi nella conversione del trasporto delle merci su rotaia, alla luce della maggiore sostenibilità rispetto al trasporto su gomma e della spinta allo sviluppo di nuove tecnologie di trasporto combinato gomma-ferro. A moderare la conversazione sarà Federico Antoniazzi, direttore del master ferroviario all'École des Ponts ParisTech di Parigi. Sabato 10 settembre, dalle 15 alle 20, e domenica 11 settembre, dalle 9 alle 19, al Palapace di Cornuda troveranno spazio, come da tradizione, la mostra di cimeli, oggettistica, modellini, cartoline storiche e libri raccolti conservati dall'Associazione, per la prima volta, i materiali esposti saranno arricchiti da dalle didascalie con QR code. Per l'occasione sarà inoltre allestita una mostra fotografica dedicata alla storia della tratta Treviso-Calalzo. Per gli appassionati più esigenti saranno ricostruiti plastici ferroviari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci