Muore e lascia 20mila euro in eredità all'asilo De Scala

Venerdì 22 Gennaio 2021 di Elisa Giraud
Muore e lascia 20mila euro in eredità all'asilo De Scala (Foto di martaposemuckel da Pixabay )

SAN FIOR (TREVISO) - La Provvidenza, per la scuola dell'infanzia Nobile De Scala di San Fior di Sotto, si è manifestata sotto il nome di Vittorina Cappellotto. La donna, morta l'anno scorso ultranovantenne, ha disposto un lascito testamentario di 20mila euro in favore della parrocchia di santa Giustina, con l'indicazione di destinare la somma all'asilo parrocchiale.


Per molti anni, Vittorina e il marito, morto cinque anni fa, hanno vissuto nel centro della frazione, non lontano dalla chiesa. Di professione, quando era in età da lavoro, ha fatto l'infermiera. E l'attitudine a prendersi cura degli altri anche al di fuori della sua professione è sempre stata una sua caratteristica. Era anche una persona molto devota, una fervente cristiana che si è sempre impegnata anche in questo ambito. Quando il marito è morto, ha dovuto affrontare alcuni problemi legati all'eredità che è rimasta bloccata. Ora che è mancata anche lei, le questioni si sono risolte ed è stato possibile dare seguito alle sue volontà.


Un contributo quanto mai provvidenziale sia per la parrocchia che per la scuola materna, soprattutto in questo periodo particolarmente difficile per le famiglie e per le scuole. Nei giorni scorsi ha fatto visita alla parrocchia il vescovo monsignor Corrado Pizziolo. Il vescovo era in visita all'unità pastorale di San Fior e ha visitato anche gli asili parrocchiali, incontrando dunque le maestre ed i bambini della scuola dell'infanzia Nobile De Scala, che fu istituita nel 1946 proprio a seguito della donazione da parte della famiglia De Scala. Nel 2001 la scuola ottiene la parità scolastica. Fino al 2006 ha visto il coinvolgimento delle suore presenti nella comunità, dal 2007 invece il personale è interamente laico.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA