Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mamma chiama l'uomo che ha ucciso
la figlia: «Venga al funerale»

Lunedì 3 Febbraio 2014 di Nello Duprè
Francesca Rago e un mazzo di fiori sul luogo dell'incidente
8

CASIER - Ieri Rita Matarese, mamma di Francesca Rago, ha chiamato l’uomo che giovedì mattina alle sette del mattino le ha ucciso la figlia. M.C., 54 anni, era alla guida di un Fiat Doblò che seguiva il bus sul quale avrebbe dovuto salire la ragazza che frequentava la terza classe del Duca degli Abruzzi a Treviso.

Lui, il coraggio di andare a guardare negli occhi i genitori di Francesca non l’ha trovato. Ma ha scritto una lettera e l’ha messa nella cassetta della posta della casa di via Arvedi a Casier. Aveva scritto «Perdonatemi, non vivo più» e aveva lasciato il suo numero di telefono. Numero che ieri mamma Rita ha composto: «Nessuno mi potrà ridare più la mia Francesca, ma mi sono anche resa conto del dramma che sta vivendo quell'uomo, che ha pure lui una famiglia. Quando l'ho chiamato è scoppiato a piangere. Non abbiamo niente in contrario se vorrà partecipare all'ultimo saluto alla nostra Francy».

L'articolo completo sull'edizione di Treviso del Gazzettino in edicola e nell'edizione digitale, cliccando qui

Ultimo aggiornamento: 15:30

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci