«Aiutatemi a ritrovarla», Alice perde la sua tartaruga e tutto il web si mobilita

Mercoledì 13 Maggio 2020
«Aiutatemi a ritrovarla», Alice perde la sua tartaruga e tutto il web si mobilita
NERVESA - C'è chi cerca i cani scomparsi, chi i gatti, chi i pappagalli. Chi persino la tartaruga. Che non andrà tanto lontano ma quel che basta per mandare in agitazione la proprietaria. Perché, se ami un animale e ce l'hai con te da anni, non è una questione di specie. Ci tieni e basta. Ed è questo il caso della tartaruga di proprietà di Alice Codello, di Nervesa. La tartaruga, un maschio, ha 14 anni ed è con l'attuale proprietaria da cinque. Quel che basta per affezionarsi a lei, come agli esemplari femmina che Alice cura, invece, da 15 anni. E potrebbe farlo ancora per molto, dato che, come racconta lei stessa, le tartarughe vivono anche ottant'anni. 

LOCALITA' SOVILLA
La giovane di Nervesa, però, ieri ha lanciato un appello sul web, rivolgendosi a tutti ma soprattutto a chi abita nella zona di via Arditi, località Sovilla. Tutto lascia supporre infatti che la tartaruga non possa aver macinato troppi chilometri. «Alla fine della scorsa estate -spiega Alice Codello- la nostra tartaruga maschio è sparita. È una testudo Hermanni grande circa 13/14 cm, di colore scuro». E la proprietaria aggiunge. «Purtroppo non ho una sua foto. Ma ha il microchip e quindi risulta facilmente identificabile». Anche se è notoria la lentezza delle tartarughe, risulta però spontaneo chiedersi per quale motivo la proprietaria abbia atteso tutti questi mesi prima di muoversi. 

RISVEGLIO DI PRIMAVERA
«Purtroppo -spiega- l'ho vista l'ultima volta l'estate scorsa, poi è sparita e poco dopo le tartarughe sono andate in letargo». Quindi anche le femmine di casa. «Pensavo fosse nell'orto e ho aspettato fino alla primavera ma la tartaruga non è tornata né comparsa dopo il letargo. Ho provato ad aspettare per vedere se la ritrovavo in questi giorni, ma niente». Dato che la proprietaria abita nella campagna di Sovilla, la tartaruga si potrebbe trovare proprio in tale zona, vicino alla via sterrata Troi. «Qualcuno ha mai trovato una tartaruga di terra in questa zona? -prosegue Alice- Il maschio si identifica facilmente dal lungo codone che ha. Ho poca fiducia nel ritrovarla, ma ci devo almeno provare». E l'inconsueta richiesta non è caduta nel vuoto. C'è stato infatti chi ha condiviso l'appello e chi si è richiamato addirittura ai vecchi detti popolari, chiamando in causa niente meno che Sant'Antonio. Sant'Antonio dalla barba bianca -recita infatti un vecchio detto, infallibile secondo molte persone di una certa età- fai trovar ad Alice quel che le manca. Ovvero la sua tartaruga. (lbon) © RIPRODUZIONE RISERVATA