Sei furti in casa in dieci giorni nella stessa strada. I residenti danno il via alle ronde

Martedì 28 Maggio 2024 di Valeria Lipparini
Sei furti in casa in dieci giorni nella stessa strada. I residenti danno il via alle ronde

SPRESIANO (TREVISO) – Sei furti in dieci giorni in via Lazzaris, a Spresiano. I residenti sono infuriati e decidono di organizzarsi in modo autonomo. Sono pronti, infatti, a mettere in piedi una ronda serale, tra le 22 e le 23. «Ci sono i campi attorno ai nostri condomini.

Loro arrivano da lì ed è un problema avere gli occhi dappertutto» dice una residente.

I COLPI

Resta il fatto che negli ultimi dieci giorni in via Lazzaris è aumentata la paura. Il primo furto si è verificato martedì della scorsa settimana. Il racconto dei vicini è preciso: «Un uomo giovane, con un cappellino calzato sugli occhi, si è introdotto al primo piano di un’abitazione. Il proprietario se l’è trovato davanti in camera da letto ma poi il ladro è scappato e non è stato possibile fermarlo». Poco dopo, un quarto d’ora più tardi, altro furto. Stavolta è stata presa di mira un’abitazione situata al secondo piano di una palazzina poco distante, nella stessa via. «Si arrampicano sui tubi delle grondaie. Non hanno paura di nulla. E noi non sappiamo più come difenderci» esclama un altro residente. Poi sabato l’escalation. «Quattro furti nella stessa serata e domenica un altro colpo ancora. È evidente che così non va. Perciò abbiamo deciso di organizzarci tra vicini per controllare la via soprattutto alla sera. Lo faremo ognuno a suo modo, chi portando il cane a passeggiare e chi, invece, restando sul terrazzo di casa ma con la massima attenzione al passaggio per segnalare eventuali figure sospette». In uno degli appartamenti svaligiato, i ladri hanno usato il piede di porco per forzare la porta finestra del bagno con un piede di porco e hanno fatto man bassa di oro e denaro.

IL SINDACO

Via Lazzaris non è stata l’unica. Colpi sono stati segnalati in questi ultimi giorni anche in via Corazzin, via Falcon e in via Gioberti. Il sindaco Marco Della Pietra dice: «Spero non si arrivi alle ronde organizzate dai cittadini. Invito tutti a denunciare alle forze dell’ordine. Come amministrazione, cercheremo di aumentare la sorveglianza, in accordo con carabinieri e polizia. Ma ci sono alcuni periodi dell’anno che sono peggiori di altri per i furti». Poi, il primo cittadino conclude: «Con i carabinieri e la polizia locale ci stiamo organizzando. Cittadini, denunciate qualsiasi movimento sospetto».

Ultimo aggiornamento: 21:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci