Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Volley. Le Pantere dell'Imoco abbracciano i tifosi di Conegliano

Lunedì 5 Settembre 2022 di Alice Barviera
Le pantere dell'Imoco Conegliano incontrano i tifosi

CONEGLIANO - Il centro storico della città del Cima con la classica Festa delle Associazioni, è diventato la cornice perfetta per l'avvio degli eventi tra pubblico e Imoco Volley. È Cuoredarena, da sempre sostenitrice di tifo e azioni solidali, a gestire lo stand ufficiale Imoco Volley in via XX Settembre. Vicino alla società gialloblù praticamente dagli inizi, Cuoredarena è cresciuta negli anni intrecciando passione per il volley e impegno nel sociale, come spiega Mauro Zanin, presidente dell'associazione: «Siamo grati ad Imoco Volley, perché ci permette di organizzare delle iniziative bellissime all'interno di un ambito, come il Palaverde, in cui ci sono migliaia di persone che ci possono seguire e sostenere. Anche a livello sportivo ci aspettiamo molto da questa nuova squadra, anche perché è un bene per l'intero movimento. Noi e l'Imoco facciamo squadra insieme e sono certo che anche quest'anno le cose andranno alla grande. Questa Festa delle Associazioni è per noi l'inizio della nuova stagione. Qui gestiamo lo stand ufficiale dell'Imoco Volley, per poi passare alle tre giornate dedicate al sociale che saranno a dicembre, gennaio e febbraio a sostegno delle cause legate ad autismo, sindrome di Down e per la Lilt di Treviso».


L'APPUNTAMENTO

Quello di ieri è stato il primo vero carico di affetto coneglianese per le pantere arrivate allo stand nel pomeriggio per incontrare i moltissimi tifosi che come sempre non hanno voluto far mancare il loro calore. Le coppe vinte brillavano sui giallo e blu della location, mentre cori e bandiere rendevano emozionante il primo appuntamento pubblico tra stelle del taraflex e chi, con amore sosterrà la squadra per tutto l'anno. Se lo ricorda bene Eleonora Furlan, già pantera nella stagione 2014-2015 che ha potuto ritrovare l'inconfondibile passione gialloblu: «Avevo un ricordo bellissimo di Conegliano, spero che questa stagione possa essere bella come tutte quelle che ho visto da avversaria. Mi mancava l'Imoco, ma soprattutto l'atmosfera che si respira qui. Posso sinceramente dire che mi sento a casa». Tra le nuove arrivate che hanno potuto da subito assaporare il magico supporto gialloblu c'è Ylenia Pericati, prossimo libero alla corte di coach Santarelli che dichiara: «Per me essere una pantera è un'emozione unica, sono in mezzo al top del top della pallavolo e ogni giorno imparo qualcosa di nuovo. Tutto questo per me è bellissimo. Oggi c'è stato questo incontro con i tifosi che sono già molto carichi, fa sempre molto piacere quando c'è un palazzetto caldo e anche per questo sono felice che l'emergenza Covid si stia placando perché sarà una gioia giocare con in Palaverde sold out».


IL CALORE
Tra le veterane di quella squadra soprannominata delle invincibili un posto d'onore è riservato a Sarah Fahr, una delle più forti centrali sul panorama internazionale. A Conegliano ha trovato quel feeling magico che lega giocatrici e città, che forse, è riservato solo alle grandi. I tifosi sono in trepidante attesa per il suo ritorno sul campo. È lei stessa a dire che ancora non c'è una data certa, ciò che è sicuro è che il recupero dall'infortunio va fatto rispettandone i tempi, con coscienza e saggezza: «Io sto bene, ho ricominciato ad allenarmi con la squadra e mi sto integrando con il nuovo gruppo. Con calma e pazienza mi rivedrete e non vedo l'ora di riassaporare l'abbraccio dei tifosi di Conegliano. Supporter che sto già vedendo pieni di entusiasmo e so che saranno pronti per questa stagione. Abbiamo veramente bisogno di loro perché sarà sempre più difficile e loro sono fondamentali». Immancabili allora le voci di chi partita su partita rende il clima del Palaverde unico in Italia e nel mondo. Tifosi attaccati, appassionati e talvolta esigenti. Conoscono il talento, ne hanno visto il riflesso per anni e ora sanno che la gioia della vittoria è qualcosa di cui è difficile stancarsi. Esattamente come Maurizio, vicino all'Imoco sin dal primo anno di attività: «La prossima stagione sarà ancora più bella di quella passata perché la società ha allestito una squadra ancora più forte. Le giocatrici sono importanti, in Italia abbiamo vinto tutto e adesso dobbiamo solo conquistare le due Coppe che ci sono sfuggite lo scorso anno, ma io sono fiducioso».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci