Spaccio in centro, la coca nascosta perfino in strada, sotto i sanpietrini

PER APPROFONDIRE: droga, sanpietrini, spaccio, treviso
Spaccio in centro, la coca nascosta perfino in strada, sotto i sanpietrini

di Alberto Beltrame

TREVISO - Il punto di ritrovo è l’angolo tra vicolo Pescatori e via Fiumicelli. È il luogo ideale per i piccoli spacciatori. Decine di pertugi dove nascondere lo stupefacente, il canale in cui gettare la droga in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine, il parchetto di Sant’Andrea lì a due passi, dove contrattare il prezzo con i clienti. Il via vai in zona è costante e lo sanno bene residenti e commercianti. Pochi giorni fa hanno segnalato un nuovo nascondiglio: sotto i sanpietrini di vicolo Pescatori era stata occultata della cocaina. E le forze dell’ordine, dopo averli fatti rimuovere, hanno posto sotto sequestro diversi ovuli. «Spacciano e si ubriacano - racconta un residente - e se cerchi di dire loro qualcosa rischi di essere aggredito. È sempre stata una zona difficile, sarà la presenza del parco di Sant’Andrea o altro, ma vorremmo fosse trovata una soluzione una volta per tutte»...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 5 Marzo 2018, 06:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spaccio in centro, la coca nascosta perfino in strada, sotto i sanpietrini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-03-06 16:21:02
Non credo sia una questione di giunta. Non c'è legalità se manca polizia (10000 in italia) e certezza della pena cpn processi celeri e meno burocrazia. Poi condanne esemplari ed invio al paese di origine senza tanti lussi e aerei confortevoli.
2018-03-06 09:40:23
dubito davvero che un sindaco che pensa di risolvere il problema degli ubriachi ai giardinetti piccoli piccoli di S.Andrea VIETANDO la vendita assolutamente lecita di birra ai market vicini,sia in grado di intervenire in un'area ove la gestione dello spaccio è malavita pura.PS si può anche omettere il fatto che -secondo le cronache - spesso e volentieri gli spacciatori siano stranieri accolti come "profughi" (?) tanto il senso del discorso non cambia.
2018-03-06 08:14:11
Vasetti di vetro con chiusura ermetica sepolti in giardini od orti, cavita' di alberi con sfratto di animaletti..tanta e' la fantasia non applicata a lavori artistici.Come notato da LAPASOA,i vari bidoni della raccolta differenziata si prestano , tanto di notte sono incontrollabili , qualcuno che conosce il posto giusto ed il bidone giusto , preleva un contenitore o sacchetto mentre riceve dritta col telefonino e parte.Magari per non destare sospsetti si mette una tuta fluo da lavoro fac simile , per confondersi con operatore.
2018-03-05 15:51:05
Nessuna meraviglia. Chi vive nel malaffare sa bene che bisogna nascondere nei luoghi piu' impensati. Mi ricodo di anni fa' quando sono comparsi i primi venditori abusivi bengalesi. Dalle mie finestre osservavo che nascondevano il sacchetto con il cartone delle palline gommose all'interno dei bidoni della nettezza urbana. Fino a che la polizia ha scoperto il trucchetto. Adesso pero' polizia e i vigili urbani non s'interessano piu', e gli stessi abusivi fanno quello che vogliono. Evidentemente dall'alto e' arrivato l'ordine di non agire. Penso pero' che adesso, con il PD fuori dai piedi, qualcosa cambiera' e sara' vita dura per spacciatori nigeriani e tunisini e abusivi del Bangla Desh.
2018-03-05 09:07:30
Sono ANNI che va avanti così. Cos'ha fatto la giunta attuale per risolvere il problema??