«Mi ha sequestrata e costretta a fare sesso estremo tutta la notte»

PER APPROFONDIRE: processo, stupro, vicenza, violenza sessuale
«Mi ha sequestrata e costretta  a fare sesso estremo tutta la notte»
VICENZA - Un imprenditore di 48 anni, R.D.S. di Sovramonte (Belluno) è sotto processo nel tribunale berico, deve difendersi dall’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale aggravata e lesioni nei confronti di una 33enne di origini trentine, ex fidanzata di un suo amico.

Come riporta il Giornale di Vicenza la procura ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti dell’imprenditore che nell’ottobre 2015 su richiesta dell’amico si era recato all’aeroporto di Treviso a pendere la ex fidanzata, al rientro da una vacanza in Sicilia. I due di ritorno dall’aeroporto avrebbero trascorso la serata tra più locali di Rosà e Bassano, bevendo. Per l’accusa l’uomo ha poi accompagnato la donna in zone di campagna tra Bassano e Rosà e a Vicenza, in località Polegge, l'avrebbe spogliata e avrebbe abusato di lei per tutta la notte, costringendola anche a pratiche estreme.

La donna, che ora vive all’estero, avrebbe cercato di liberarsi, senza riuscirci per denunciare successivamente l’uomo: nei giorni scorsi ha raccontato la vicenda nel corso dell’incidente probatorio, davanti al giudice e agli avvocati di parte. Ieri in tribunale l’uomo si è difeso dichiarando che il rapporto c’è stato, ma la donna era consenziente. Il processo riprenderà tra qualche settimana.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Febbraio 2018, 10:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Mi ha sequestrata e costretta a fare sesso estremo tutta la notte»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti