Strage nei pollai: tre colpi in una notte, galline e conigli ridotti a brandelli. I proprietari: «Sono cani randagi»

Lunedì 5 Dicembre 2022 di Mep
Strage nei pollai: tre colpi in una notte, galline e conigli ridotti a brandelli. I proprietari: «Sono cani randagi»
2

SAN BIAGIO DI CALLALTA - Tre pollai presi d’assalto nella notte tra giovedì e venerdì: reti alzate o addirittura divelte, galline, polli e conigli ridotti a brandelli. A trovare i resti di un lauto banchetto sono state alcune famiglie che abitano nelle campagne tra Spercenigo e Olmi di San Biagio di Callalta. Qualche predatore ha fatto irruzione nelle loro proprietà e ha banchettato con gli animali da cortile.

Tre le incursioni: due di queste sono andate a segno, in un caso invece i volatili sono riusciti a salvarsi perché si era rifugiato in una casetta di pietra. Il sospetto dei residenti è che a colpire non siano state le volpi, ma carnivori più corpulenti, a giudicare dalla violenza con cui hanno strappato le reti in acciaio installate a protezione dei pollai e trascinato le gabbie di legno con dentro i conigli. «Potrebbe trattarsi di cani randagi» afferma M., che quella notte aveva sentito abbaiare i cani da caccia del vicino. Lì per lì non ci aveva dato molto peso. L’amara sorpresa si è materializzata la mattina dopo. «A noi, tutto sommato è andata bene: abbiamo solo danni alla rete, alzata e strappata. Le nostre galline dormivano al chiuso - spiega -. Ma dai vicini hanno fatto il macello: anatre, galline, galli e anche conigli azzannati sul posto».

L’allerta tra chi alleva per uso domestico animali da cortile è altissima e passa anche attraverso i social. «Purtroppo non ci sono telecamere né abbiamo trovato tracce fresche per capire di che predatore si tratti» conclude il residente, pronto a interpellare le autorità se le incursioni dovessero ripetersi.

Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci