Saldi "Vip" in città: il ct azzurro Mancini ordina online due paia di scarpe

Domenica 4 Luglio 2021 di Valeria Lipparini
Il Ct della Nazionale Roberto Mancini ha ordinato due paia di scarpe nel negozio di scarpe Cappelletto in pieno centro a Treviso
2

Il negozio è una vetrina che, negli ultimi tempi, si è aperta sul mondo. È questa la filosofia di Alberto Cappelletto, che gestisce lo storico "store" di calzature in piazza dei Signori, e non si è fatto fermare da pandemie e lockdown. I saldi? «Un’occasione per svuotare il magazzino e ben vengano se partono anche ai primi di luglio. Le vere vendite, però, sono altre» sottolinea Cappelletto. Che, tra i clienti arrivati alla sua bottega tramite le infinite vie di internet, ha anche il ct della nazionale italiana di calcio. Il nome si può solo sussurrare perchè la privacy deve essere rispettata. Resta il fatto che Roberto Mancini ha acquistato due paia di scarpe, di una marca davvero esclusiva, proprio da Cappelletto. Ha telefonato dopo averle viste online e ha ordinato. E il pacco gli è stato recapitato a casa.


LA PROPOSTA
Ma, come lui, ce ne sono tanti di clienti particolari che Cappelletto accontenta spedendo pacchi in ogni angolo del mondo, dalla Cina alla Russia. Da quest’anno con una piccola sorpresa. Dentro ogni scatola di calzature vengono inserite alcune brochure dei musei trevigiani e una guida cittadina in svariate lingue, compreso il cinese. Tanto è vero che una blogger russa ha postato un video dove fa vedere ai suoi contatti che scarta la scatola di scarpe e poi mostra le guide del museo di Santa Caterina, dei musei civici e la guida cittadina. «È una pubblicità alla città che non costas nulla e che pitrebbe essere fatta in sinergia tra Comune e negozianti della Marca che usano l’online per proporre i propri prodotti» spiega Cappelletto.


IL LOCKDOWN
La vetrina virtuale gli ha consentito di continuare a vendere anche in periodo di lockdown forzato. «Io e mia moglie eravamo depressi, chiusi epr mesi interi sarebbe stata davvero dura. Poi ci siamo resi conto che il negozio poteva continuare a vivere rivolgendosi a clienti d’oltre oceano. E così è stato. Abbiamo commerciato con l’Asia, ad esempio, e abbiamo ricevuto commenti entusiasti per la guida in cinese che abbiamo spedito. Lo stesso sindaco Conte ci ha ringraziato». 
Il negozio è pieno zeppo, ci sono clienti trevigiani, che vivono in America e mancavano da due anni, giusti giusti quelli marcati dalla pandemia. Alberto Cappelletto li riconosce, li saluta e si informa di come va la vita a stelle e strisce. Poi conclude: «I saldi? Ben vengano. Ma non sopravviveremo con quelli».
 

Ultimo aggiornamento: 08:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA