Venti tonnellate di rifiuti tossici non dichiarati dal Sud a un'azienda trevigiana

PER APPROFONDIRE: rifiuti tossici, treviso
Venti tonnellate di rifiuti tossici non dichiarati dal Sud a un'azienda trevigiana
Trasportava venti tonnellate di rifiuti pericolosi a bordo del suo camion. La polizia locale di Mira l'ha fermato in Romea, ieri mattina alle 8.40. Il mezzo pesante, in arrivo dal Sud Italia e diretto verso un'azienda di Treviso, non era abilitato al trasporto di rifiuti tossico nocivi come emerso durante i controlli. 

Condizione che, ovviamente, ha fatto scattare i controlli e i provvedimenti giudiziari della pattuglia della polizia locale che, in quel momento, stava facendo i controlli sulla statale 309. Al conducente è stata contestata quindi la violazione delle prescrizioni all'autorizzazione dell'albo dei gestori ambientali, l'incongruità tra i documenti di trasporti e l'effettiva merce trasportata, il carico mal stivato e imballato in modo irregolare rispetto alla normativa sul trasporto dei rifiuti. Dal controllo è scattato il ritiro della patente e il carico è stato sottoposto a sequestro penale. Il carico, considerato pericoloso, è stato scortato fino al deposito del custode giudiziale, la Top Car di Spinea, in attesa di nuove disposizioni da parte del magistrato di turno. Sul posto è intervenuto anche il nucleo Nbcr dei vigili del fuoco per le verifiche sulla pericolosità del carico e le analisi sulla eventuale presenza di radiottività. 

Questa, chiaramente, era la condizione che più preoccupava le autorità locali. Il controllo specifico, però, ha dato esito negativo. Si dovrà decidere, a questo punto, dove procedere per lo smaltimento dei fusti di rifiuti tossici aziendali. Con ogni probabilità, a questo punto, verrà contattata una ditta specializzata in questo particolare genere di intervento. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 17 Maggio 2018, 15:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Venti tonnellate di rifiuti tossici non dichiarati dal Sud a un'azienda trevigiana
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-05-18 14:21:29
...ma non dovevano essere i brutti e cattivi del nord ad inquinare il sud, non è che sono sempre gli stessi (mafie del sud) che avendo più occhi puntati dalle loro parti ora cercano di esportare il loro malaffare altrove???
2018-05-18 11:00:32
ma la galera a vita all'autotrasportatore e ai responsabili dell'azienda del sud?...
2018-05-18 08:58:01
forza napoli che lo scudetto l'hai già vinto da tempo immemorabile.
2018-05-18 08:05:21
ahi ahi Elise come la mettiamo?
2018-05-18 07:11:56
Sicuramente se arrivava a destinazione gli artisti del rifiuto tossico avevano gia' pronti muletto e buca fatta!!!Se per ipotesi potessimo verificare cosa c'e' sotto alle fondamenta di grandi palazzi o sotto allo stabilizzato di strade e autostrade ci verrebbe la pelle d'oca!!!!Stiamo avvelenando tutto!!!!