Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rapinatore di ville catturato in aeroporto: era scappato a Santo Domingo

Martedì 5 Luglio 2022 di Redazione Web
I carabinieri hanno arrestato il 59enne all'aeroporto

TREVISO - Faceva parte di un'organizzazione criminale guidata da un ex direttore di banca, dedita a rapine e furti nelle ville del Nordest: il 59enne di Preganziol è stato arrestato domenica 3 luglio. L'uomo è stato fermato all'aeroporto di Milano Malpensa dai carabinieri del nucleo investigativo del comando di Treviso a conclusione di un'indagine svolta con la collaborazione dei colleghi della stazione di Mogliano Veneto e l'aiuto in fase esecutiva dei poliziotti dello scalo aeroportuale. Il 59enne è pluripregiudicato per delitti contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, doveva espiare 4 anni e 9 mesi di reclusione per associazione per delinquere e spaccio.

L'organizzazione criminale

Il 59enne e la banda criminale avrebbero messo a segno decine di rapine e furti, anche tre o quattro per notte, in ville e abitazioni del Nordest, nelle province di Verona, Treviso, Bolzano, Venezia e Padova. I proventi sarebbero stati reinvestiti nell'acquisto di cocaina da immettere nella piazza trevigiana, con la ricettazione della refurtiva (auto e gioielli soprattutto). I carabinieri hanno scoperto che il 59enne aveva lasciato l'Italia per le spiagge di Santo Domingo non appena saputo l'esito sfavorevole di un ricorso presentato alla Corte di Cassazione per alcune sentenze di condanna. Anche tramite il monitoraggio dei suoi profili social, i militari dell'Arma sono riusciti a individuarne il nascondiglio. Per altro risultava detenuto nel carcere di San Cristobal per clonazione di carte di credito nel 2014. Non appena ha rimesso piede in Italia, è stato arrestato e accompagnato al carcere di Busto Arsizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci