Radio Astori riprende a trasmettere, l'Istituto: «Diamo voce ai giovani»

Sabato 4 Dicembre 2021 di Fabio Mason
Gli speaker

MOGLIANO - La notizia della riapertura di Radio Astori è rimbalzata velocemente tra lo stupore e l'entusiasmo di chi ricorda gli albori delle radio libere. Sono arrivati messaggi da parte di speaker del passato, ma anche di ex allievi che, ora imprenditori, si sono offerti di sostenere l'iniziativa. Lo stesso assessore alla cultura del Comune di Mogliano, Giorgio Copparoni, ricorda come alla fine degli anni 70, grazie a un amico studente, avesse visitato con orgoglio gli studi della radio salesiana: «Per un appassionato di musica come me era una gita in paradiso - sottolinea Copparoni- Il ruolo educativo della radio è rimasto attuale e noi amministratori dovremmo essere pronti ad aiutare i nuovi speaker per sintonizzarci ancora meglio con il mondo giovanile. Questa iniziativa è la dimostrazione ancora una volta della lungimiranza e della modernità del mondo salesiano».

STRUMENTO EDUCATIVO
L'idea di un canale che restituisca il valore dell'ascolto distinguendosi da ambienti definiti social unicamente orientati all'immagine, rappresenta per la preside Francesca Antenucci uno strumento utile ma soprattutto educativo. «I giovani oggi hanno bisogno di comunicare meglio -sottolinea l'insegnante- L'abuso delle immagini ha portato a un impoverimento dei contenuti, dando purtroppo in molti casi spazio a imbarazzanti esibizioni mediatiche. È giusto quindi dare voce ai giovani aiutandoli a esprimersi e non solo ad apparire. Ripristinare Radio Astori vuol dire oltretutto recuperare una tradizione, che permetta nella sua finalità di unire l'intrattenimento, la creatività ma anche il dialogo educativo in quanto collaboreranno al progetto docenti e studenti. Si darà quindi vita a una condivisione costruttiva e stimolante per una cultura della collaborazione» conclude la preside. «Anch'io ho vissuto in prima persona il ruolo di speaker radiofonico in un'emittente locale -dice il preside della scuola del primo ciclo Alberto Boldrini- è stato un percorso di crescita significativo che mi ha portato a prendere confidenza con il valore della parola come potente strumento di coinvolgimento. Vivere l'esperienza radiofonica stando dalla parte del microfono è qualcosa di sensazionale e affascinante, perché offre l'opportunità di raccontare storie ed emozioni veicolando un messaggio di speranza per tutti quei giovani che sentono di voler fare qualcosa nel mondo: tante volte occorre lanciarsi nell'avventura per riconoscere i propri talenti».

UNA RISCOPERTA
All'entusiasmo generale si aggiunge anche il benvenuto del sindaco Davide Bortolato che racconta i suoi trascorsi. «Da ex allievo dell'Astori ho un bellissimo ricordo di quello straordinario periodo della mia vita -afferma il sindaco- e di come allora i tanti giovani parteciparono alla nascita di radio Astori in Fm. Grazie al web riscopriremo una radio che parla della nostra città e ciò aiuterà a creare un ulteriore collegamento tra e con i cittadini. Questo splendido progetto entrerà nelle attività degli allievi dell'istituto Astori e sono certo che i ragazzi potranno un giorno ricordarlo con la stessa gioia che provo in questo momento».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA