Quattro birre a Jesolo: maxi multa ad un 18enne

Lunedì 7 Settembre 2020
foto di repertorio
2
​TREVISO Fine settimana con risvolto amaro per due trevigiani in trasferta sul litorale veneziano, entrambi destinatari di una severa sanzione e uno anche di una denuncia penale. Un giovane appena maggiorenne che risiede nel capoluogo della Marca è stato stangato a causa di alcune bottiglie di alcolici che stava consumando in luogo vietato. Un 23enne di Vittorio Veneto si è invece visto ritirare la patente per guida in stato d’ebbrezza.

I SERVIZI Quello appena trascorso è infatti stato un fine settimana di fervente lavoro per gli agenti della polizia locale del comune di Jesolo coordinati dal comandante Claudio Vanin, impegnati su più fronti. Sabato notte si è svolto un presidio in piazza Mazzini per evitare disordini e problemi di ordine pubblico. Durante i vari controlli gli agenti hanno identificato un 18enne di Treviso trovandolo in possesso di quattro bottiglie di birra e sanzionandolo per 400 euro per aver violato l’ordinanza comunale che vieta la detenzione e il consumo in pubblico di alcol. Nell’isola pedonale è stato fermato un venditore abusivo pakistano in evidente stato di ebbrezza: sottoposto al test ha segnato un tasso alcolemico di 3 grammi/litro.

Oltre al sequestro degli articoli che cercava di vendere ai turisti, l’uomo ha subito una denuncia per ubriachezza molesta e si è visto contestare un daspo urbano. Sul fronte della viabilità diversi i posti di controllo, in particolare all’altezza di piazza Aurora, con 70 automobilisti fermati: tra loro c’era anche un 23enne di Vittorio Veneto che ha fatto rilevare all’etilometro 1,10 grammi di alcol per litro di sangue costatigli il ritiro della patente e una denuncia per guida in stato d’ebbrezza oltre alla sanzione pecuniaria. Non sono mancati i controlli in piazza Aurora per allontanare i venditori abusivi che da alcune settimane si ritrovano a bivaccare nell’anfiteatro. g.bab
Ultimo aggiornamento: 8 Settembre, 08:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA