Prosecco geneticamente modificato: ecco le 7mila piantine di "Glera resistente"

Prosecco geneticamente modificato: ecco le 7mila piantine di "Glera resistente"
Prosecco sostenibile, partono le sperimentazioni con 7.000 piantine di «Glera resistente», cioè refrattarie in modo naturale a malattie come la peronospora e lo oidio. Ne dà notizia la Confagricoltura di Treviso, spiegando che l'iniziativa deriva da una convenzione siglata con il «Crea-Ve» (Centro di ricerca, viticoltura ed enologia) che coinvolge 17 tra le maggiori cantine delle terre del Prosecco. Nella seconda metà del 2017 «la varietà Glera è stata incrociata con tre diversi parentali resistenti di ultima generazione, portatori di una o due fonti di resistenza a peronospora e oidio. Dai grappoli sono stati estratti circa 5 mila vinaccioli da cui sono state ottenute 2.900 piante da seme. Nel maggio 2018 - aggiungono i tecnici - sono stati operati nuovi incroci usando parentali diversi, con resistenze a peronospora, iodio e botrite, ricavando circa 7.000 piantine».

Le nuove varietà, spiega il presidente dell'associazione Lodovico Giustiniani, «resistenti alle principali malattie della vite, potranno ridurre le perdite produttive in modo sostenibile e diminuire i costi di gestione del vigneto. Il miglioramento genetico è indispensabile per un settore come la viticoltura e il nostro progetto - conclude - permetterà di arrivare a un Prosecco davvero biosostenibile, con l'utilizzo di minori trattamenti». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 9 Gennaio 2019, 13:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Prosecco geneticamente modificato: ecco le 7mila piantine di "Glera resistente"
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-01-09 21:34:33
Monsanto, che prima forniva i sementi sottocosto, poi aumentava i prezzi e nello stesso tempo i terreni si impoverivano, cosi tanta gente arrivò alla fame, in india...
2019-01-09 21:22:56
Ogm o no, basta che non facciano lo stesso errore della monsanto, la quale ha fatto causa allo stato del vermont perché volevano mettere l’obbligo di ogm in etichetta. Essendo proprietari esclusivi del brevetto, stanno facendo di tutto per imporre, controvoglia i loro prodotti
2019-01-09 20:18:19
Già assaggiati alcuni vini bianchi prodotti con queste uve resistenti, fanno schifo...
2019-01-09 17:44:00
Meglio un prosecco sano senza trattamenti pesticidi che un prosecco parassita
2019-01-09 17:28:03
... bestialità biologica.. fregatura illogica..