Veneto Banca, Bankitalia chiede a Consoli 2,3 milioni di danni

Venerdì 21 Gennaio 2022
Il processo in corso su Veneto Banca
2

TREVISO - Bankitalia chiede a Vincenzo Consoli 2,3 milioni di danni. E' quanto la richiesta formulata questa mattina, venerdì 21 gennaio, dall'avvocato di Bankitalia Stefania Ceci, dopo che ieri il pm aveva chiesto una condanna a 6 anni per l'ex amministratore delegato. «Non ci sono dubbi: Vincenzo Consoli era il leader indiscusso di Veneto Banca, godeva di un potere incontrastato, il suo volere era legge». Per quasi sette ore i pubblici ministeri Massimo De Bortoli e Gabriella Cama hanno sparato a zero contro l’ex amministratore delegato di Veneto Banca, chiedendo «non meno di sei anni di reclusione». «Era l’artefice consapevole di tutte le decisioni». Su tutte, per l’accusa, quelle relative al prospetto informativo per l’aumento di capitale da 500 milioni del 2014. «Non credo sia fuori luogo usare un termine crudo: si è trattato di un vero e proprio bagno di sangue».

 

Ultimo aggiornamento: 13:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci