Precipita per 40 metri col parapendio, 78enne salvata dalle piante

Martedì 24 Maggio 2022
Precipita per 40 metri col parapendio, 78enne salvata dalle piante

TREVISO - Verso le 13.30 di oggi il soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è stato allertato dalla centrale del Suem, per un parapendio non rientrato, dopo il decollo con altre vele da Revine. Poiché la pilota, una 78enne austriaca, non era raggiungibile al cellulare, né possedeva una tracciatura Gps, l'elicottero di Treviso emergenza è decollato per una ricognizione, con esito negativo. Due squadre si sono quindi ritrovate a Lago nell'area di atterraggio e, non avendo alcuna informazione, dopo alcune valutazioni anche in merito alla direzione del vento, hanno deciso di perlustrare la zona a nord di Pian de le Femene. Percorrendo in fuoristrada alcune stradine nei boschi del Monte Boral, hanno così individuato la donna.  Durante il volo, all'improvviso la vela si era chiusa e la pilota era precipitata da una quarantina di metri. Rami e cespugli ne avevano attutito la caduta ed era arrivata al suolo senza apparenti conseguenze. I soccorritori l'hanno individuata mentre, raccolte le sue cose, stava camminando nel bosco in direzione Trichiana. In via precauzionale, la donna è stata presa in consegna dall'équipe medica e dal tecnico di elisoccorso dell'eliambulanza di Treviso e trasportata in ospedale per i controlli del caso. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci