Venerdì 18 Gennaio 2019, 09:45

Il porfido in piazza Vittoria a Treviso sta cedendo: pericolo per bus, auto, pedoni e ciclisti

PER APPROFONDIRE: cedimenti, piazza vittoria, porfido, treviso
Il porfido in piazza Vittoria a Treviso sta cedendo: pericolo per bus, auto, pedoni e ciclisti

di Paolo Calia

TREVISO - In piazza Vittoria il porfido sta cedendo, soprattutto attorno al grande parcheggio, tratto che è anche snodo cruciale della viabilità interna e percorso da decine di autobus ogni giorno. Gibbosità e avvallamenti sono ormai talmente profondi da mettere a rischio sospensioni e ammortizzatori delle auto, per non parlare del costante rischio per pedoni e biciclette. Una situazione che si trascina da molto tempo e che, se possibile, sta anche peggiorando. I residenti della zona, e della vicina piazza Pio X, ormai sono esasperati. Le situazioni peggiori si registrano in via Cadorna (che comunque è stata oggetto di un intervento poco più di un anno fa), via Diaz e l'intersezione con piazza Pio X. In questi giorni i tecnici di Ca' Sugana hanno fatto una serie di sopralluoghi constatando che le condizioni della strada sono veramente pessime. Il porfido, in diversi punti, si è rialzato mentre, in altri, i cubetti non sono più saldamente ancorati al terreno. In poche parole: è necessario un intervento urgente.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il porfido in piazza Vittoria a Treviso sta cedendo: pericolo per bus, auto, pedoni e ciclisti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-01-21 06:11:39
Mi sembra che un po' in tutto il comune la manutenzione del manto stradale sia stata abbandonata. Probabilmente si vuole emulare la capitale...
2019-01-18 10:07:10
Come al solito, ci si lamenta quando la situazione è insostenibile. Manca la ordinaria manutenzione! Lo volete capire che i sanpietrini non sono cementati bensì appoggiati su un fondo più o meno consistente di sabbia e ghiaia e non cementati tra loro? Cosa pensate che accada dopo uno o due anni con le vibrazioni del traffico, l'inquinamento e la corrosione degli scarichi e l'opera continua di lavaggio delle piogge? Si sgretola la sabbia sotto e tra i sanpietrini e questi cominciano a muoversi e spostandosi muovono quelli accanto ecc... Ogni anno periodo estivo andrebbe spolverata per tamponare sabbia sul selciato stradale che vada a ridurre e occludere gli interstizi e sostituire quella che è stata dilavata....In altri posti (Civita del nord) riempiono le fughe con catramature o altro, ma lì non ci sono le temperature torride delle nostre estati, ma senz'altro è una soluzione più efficace di non fare nulla!