Vittorio Veneto, la piogga e il temporale salvano i "foghi" di Sant'Augusta: «Tradizione rispettata»

Sabato 20 Agosto 2022 di Claudia Borsoi
La festa di Sant'Augusta avrà i suoi foghi

VITTORIO VENETO - «I fuochi di Santa Augusta si fanno». L'annuncio è arrivato dal sindaco Antonio Miatto che in questi ultimi giorni è stato in costante contatto con i servizi forestali regionali per capire le sorti dello spettacolo pirotecnico alla luce del periodo siccitoso e dell'emergenza incendi decretata dalla Regione. La pioggia caduta in questi ultimi giorni ha cambiato le sorti dell'evento della notte tra il 21 e il 22 agosto. Qualcuno ha parlato di un miracolo di Santa Augusta, più volte invocata dai fedeli proprio per la pioggia in questa secca estate. E ora le dita sono incrociate affinché il maltempo non rovini i confermati fuochi. Se così fosse, è già pronto il piano B: lo spettacolo pirotecnico verrebbe rinviato a lunedì.


LE VERIFICHE
«Le verifiche effettuate dalla Regione hanno evidenziato che i parametri di sicurezza possono essere rispettati. Dunque, non essendoci un diniego assoluto, i foghi si possono fare spiega Miatto - Dopo due anni di stop per la pandemia, questo è un importante segnale di ripartenza. Vittorio Veneto torna così a essere la città di un tempo e le sue antiche tradizioni tornano a vivere. Tutti sono dunque invitati, domenica a mezzanotte, ad apprezzare ancora una volta la storica tradizione dei foghi de Santa Gusta». Ricevuto l'ok dalla Regione, il Comune si è subito messo in moto per gli aspetti organizzativi dell'evento per il quale domani, fin dal tardo pomeriggio, sarà aperto il Centro operativo comunale, gestendo così i festeggiamenti come un'emergenza. Non solo mobilitazione di dipendenti comunali e polizia locale, ma anche di numerosi volontari per garantire i servizi di soccorso sanitario, antincendio boschivo e gestione della viabilità stradale durante la serata e nottata di domani. Pronto già da giorni il campo fuochi predisposto dal Comitato festeggiamenti Santa Augusta, così come sono pronti i fuochi pirotecnici che lo Stabilimento pirotecnico FriulVeneto posizionerà sulla collina che sovrasta il centro storico. «L'antica fiera di Santa Augusta non è però solo i fuochi precisa il vicesindaco Gianluca Posocco -, c'è anche un ricco programma culturale e di eventi. Naturalmente dopo due anni di stop sarebbe stato davvero un peccato dover rinunciare un altro anno al tradizionale spettacolo pirotecnico. Siamo dunque soddisfatti per questo sì arrivato dalla Regione e a tutti i volontari che saranno impegnati in questi giorni va un grande in bocca al lupo». Oggi tanti gli eventi in programma (www.santaugusta.org) che traghetteranno alla giornata di domani con gli attesi foghi a mezzanotte che, come tradizione, saranno preannunciati da alcuni botti lanciati a mezzogiorno e nel tardo pomeriggio del 21. Quelli di domani saranno anche i primi foghi con il traforo di Santa Augusta, dunque la città non sarà, come nelle ultime edizioni, tagliata in due.


LA VIABILITA'
Numerosi i divieti di transito e di sosta che scatteranno dalle 17.30 di domani. Divieto di sosta nelle vie Parravicini, Tandura, Calcada, Varnier, Casoni, piazza Fontana, da Camino, Martiri, Paietta, piazza Minucci, Tommaseo, Cavour (tratto nord) e Vinera. Divieto di transito dalle 19 alle 4 del 22 agosto in via della Cava, Beccaria, Rio dei Casai, Callalta, Vinera e in tutto il centro storico tra via da Camino e via da Serravalle. Ripristinato anche il transito nel sentiero che dalle scalinate di via Calcada sale al santuario. Nel tardo pomeriggio di giovedì un albero, all'altezza del capitello che ricorda il miracolo della santa, è caduto portandosi giù anche il cavo della corrente e lasciando al buio santuario e ristoro. Subito al lavoro dipendenti comunali e tecnici Enel che ieri hanno ripristinato la linea.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci