La nuova sosta in centro storico a Treviso: tariffe più flessibili e App per i posti liberi

Giovedì 27 Ottobre 2022 di P. Cal.
La nuova sosta in centro storico a Treviso: tariffe più flessibili e App per i posti liberi

TREVISO - Sono tre gli operatori economici ammessi alla valutazione delle offerte tecniche per la gestione del servizio della sosta in centro storico. E sarà una gestione che dovrà introdurre un profondo cambiamento tecnologico portando un'App per pagare il tempo effettivo del parcheggio, trovare i posti liberi, nuovi parcometri, nuovi sensori. Adesso però inizia la lunga fase dell'esame tecnico delle proposte arrivate a Ca' Sugana, che si porterà via almeno una paio di mesi. A farsi avanti per gestire tutta la sosta a pagamento all'interno delle Mura, circa 2400 posti auto, sono due raggruppamenti temporanei d'impresa e Apcoa, società che ha già in mano la sosta in città. Non si sono presentati invece Mom e Parcheggi Italia, che comunque andrà a gestire il Park interrato in piazza Vittoria da ulteriori 400 posti auto.


I CONCORRENTI
Il primo raggruppamento interessato alla sosta cittadina è costituito da Park it Srl con sede a Perugia e Gps (Global Parking Solution) Spa con sede a Piacenza. Il secondo raggruppamento comprende Intercomp spa di Verona e Sis - Segnaletica Industriale Stradale di Corciano (Perugia). Infine il terzo concorrente, come detto, è appunto Apcoa Parking Italia Spa di Mantova. La commissione per la valutazione delle offerte tecniche si riunirà entro la prima metà di novembre. L'aggiudicazione dovrebbe invece concretizzarsi entro l'inizio del 2023.


LE ATTESE
«Adesso gli uffici valuteranno le offerte sia tecniche che economiche e, passati i tempi necessari per le analisi, ci sarà finalmente il nuovo soggetto che andrà a gestire la sosta in città», annuncia Andrea De Checchi, vicesindaco che da due anni sta lavorando alla predisposizione di un bando particolarmente complesso per modalità e innovazioni richieste. «Il nuovo bando - spiega - porterà un grande intervento di natura tecnologica, come l'inserimento di nuovi parcometri e la possibilità di pagare il tempo effettivo del parcheggio. Verranno anche rinnovati i sensori posizionati nei vari posti auto e avremo un'app che aiuterà a gestire al meglio la ricerca e il pagamento della sosta. Sarà un'evoluzione e una rivoluzione della sosta che proietterà Treviso tra le città più moderne del panorama nazionale».


LA SVOLTA
App e flessibilità nei pagamenti saranno il cuore della rivoluzione in arrivo. Quello che verrà chiesto al nuovo gestore sarà una app che aiuti l'automobilista a pagare esattamente il tempo della sosta col proprio smartphone: anche soli cinque minuti, oppure dodici, o ventuno. Insomma il tempo effettivo, non l'intera ora o la mezz'ora. Una novità rispetto alle abitudini attuali. Inoltre sarà anche possibile pagare con bancomant e carte di credito, modalità oggi non previste. Ma non solo. La nuova app dovrà indicare i posti liberi più vicini o nelle vicinanze del luogo da raggiungere e guidare, letteralmente, l'utente fino alla meta. Per quanto riguarda le tariffe non sono previsti aumenti, ma sarà introdotta una certa flessibilità: «Le tariffe non verranno aumentate, ma potranno subire dei cambiamenti migliorativi col pagamento reale della sosta o la possibilità, attraverso un sistema altamente tecnologico, di immaginare le variazioni della tariffa in base ad eventi o a particolari periodi dell'anno». Per esempio: rendere gratuito il parcheggio in determinati giorni, come sotto le feste, o aumentare o diminuire il costo in occasione di determinati eventi e per limitati periodi di tempo. Utilizzando la app si avrà sempre, in tempo reale, idea del costo effettivo.

Ultimo aggiornamento: 16:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci