Liste d'attesa troppo lunghe: 10mila proteste e strigliata ai medici

Mercoledì 9 Maggio 2018 di Mauro Favaro
19
TREVISO - Aumentano le proteste contro le liste d'attesa troppo lunghe per esami e visite specialistiche. L'anno scorso l'ufficio relazioni con il pubblico dell'Usl della Marca ha ricevuto in tutto oltre 10.400 segnalazioni. Di queste, più del 62%, esattamente 6.479, sono state inoltrate da cittadini che si erano stancati di attendere il proprio turno. Alla fine sono stati presi in carico 5.163 solleciti. Il punto è che questi continuano ad aumentare. In modo praticamente esponenziale. «C'è stato un boom di solleciti ammette la stessa azienda sanitaria provinciale e sono in continuo aumento». I dati sono stati illustrati ieri da Francesco Benazzi, direttore generale dell'Usl della Marca, durante il meeting aziendale che ha riunito centinaia di medici del Ca' Foncello e dell'ospedale di Oderzo nell'auditorium dell'Appiani. Il  suggerimenti del direttore generale ai medici è di evitare di fissare: «Con una visita a sei mesi si crea una prestazione inutile. E si vanno a intasare le liste d'attesa. Dobbiamo iniziare a pensare che possiamo gestire i pazienti anche senza atteggiamenti difensivisti. Certo, poi ci sono le persone che sono particolarmente incalzanti. Ma bisogna tenere conto del fatto che il sistema deve funzionare.»

 
    © RIPRODUZIONE RISERVATA