Parte il nuovo ospedale di Treviso
da 224 milioni: sarà pronto nel 2021

Mercoledì 8 Luglio 2015 di Mauro Favaro
Il progetto della nuova cittadella sanitaria di Treviso
5

TREVISO - Si sblocca la partita della nuova cittadella sanitaria del Ca’ Foncello. Dopo 8 mesi di tira e molla nelle aule del Tar, ieri è stato ufficialmente ritirato il ricorso contro l'assegnazione dei lavori da parte dell'Usl 9 e la graduatoria delineata dalla commissione della gara d'appalto presentato in novembre da una componente dell'ati Maltauro (Manutencoop Facility Management), arrivata giusto alle spalle della vincitrice ati "Finanza e Progetti" di Vicenza (che vede anche la partecipazione della "Carron Cav Angelo"). Adesso non c'è più nulla che blocchi la realizzazione del nuovo ospedale attraverso il project financing da 224 milioni di euro (126 pubblici e 98 privati).

L'Usl riprenderà subito le procedure per l'assegnazione definitiva dei lavori alla "Finanza e Progetti". «Partiamo con tutti gli adempimenti necessari -spiega il direttore generale Giorgio Roberti- a cominciare dal rinnovo delle verifiche sui requisiti generali della società che, dato il tempo trascorso, devono essere riproposte come impone la legge». Chiusa una volta per tutte la parte burocratica, però, l'attesa iniziata nell'ottobre del 2012 con l'assegnazione provvisoria siglata da Claudio Dario non sarà ancora finita. Dopo l'ok definitivo, inizierà la progettazione esecutiva delle nuove strutture. Servirà un altro anno. Poi si potranno finalmente aprire i cantieri. Che dovrebbero durare almeno 5 anni. I trevigiani potrebbero quindi mettere piede nella nuova cittadella sanitaria nel 2021. Ammesso che vada tutto per il verso giusto.

Ultimo aggiornamento: 09:36